A ROMA, NEL 2007, SCENDONO LE COMPRAVENDITE
dei negozi, in media del 12%, in tutte le zone, tranne un piccolo aumento a Roma Sud dove nel 2006 si era però verificato un forte decremento (-58%).

rapporto_immobiliare_2007

GLI UFFICI registrano nel Centro, Semicentro Roma-Nord e Roma-Ovest un calo delle compravendite di circa il 25% in media.
SU ROMA-EST, SUD E FUORI GRANDE si assiste a un aumento delle compravendite degli uffici superiore al 50%. Nel 2006 si era registrato in queste zone un calo sostanzioso del 60% circa.PER I NEGOZI in tutte le zone di Milano, nel 2007, scendono le compravendite, in media del 22%, con un picco nelle zone semicentrali Nord e Ovest che si aggira intorno al 40%.
A MILANO gli uffici, registrano un calo di circa il 21% in media, mentre sulla periferia Sud ed Est si assiste ad un piccolo aumento delle compravendite circa il 5%.

Nei capoluoghi, le transazioni sono state 18.447 nel 2006 e nel 2007 14.824. Insomma, il numero delle transazioni provinciali ha mostrato una flessione del 5%, mentre a livello di capoluogo la riduzione
è stata del 19,6%. Per il dato provinciale degli uffici si è avuta ugualmente una contrazione del mercato, anche se meno accentuata rispetto ai negozi, in virtù anche del fatto che nel 2005 l’incremento delle compravendite è stato buono. Si passa, quindi, dalle 21.282 del 2006 alle 20.732 del 2007, con una riduzione del 2,6%. In particolare, per i capoluoghi si è rilevato che nel 2006 le compravendite sono state 11.470, mentre nel 2007 10.824, con un riduzione del 27% circa.
a cura di Claudio Trucchi, Ufficio studi Omi