Come ampiamente preannunciato la Banca centrale europea ha deciso di reagire all’aggravamento dei rischi inflazionistici, aumentando di 25 punti base i di interesse di riferimento, che raggiungono così il 4,25 per cento.

bce_logo

Intanto il tasso interbancario Euribor sulla scadenza a tre mesi è risalito ai massimi da sette anni. al 4,97% – secondo quanto comunicato dall’European Banking Federation – che rappresenta il livello più alto da dicembre 2000 e che era già stato raggiunto all’inizio di giugno. In deciso anche rialzo il tasso interbancario ad una settimana che – riferisce l’agenzia – è salito di nove punti base al 4,23%. Lo scorso 20 giugno, l’Euribor a una settimana era balzato ai massimi da dicembre al 4,43%. Sempre oggi, 3 luglio, la Banca centrale svedese ha deciso di innalzare il costo del denaro di un quarto di punto portandolo al 4,50 pe cento. È il livello più alto da 12 anni a questa parte. L’istituto centrale – riferisce l’agenzia – ha dichiarato che probabilmente dovrà elevare ancora i tassi di interesse per contenere le pressioni inflazionistiche.

Fonte: Ilsole24ore