Era ora. Finalmente, dopo anni e anni di appelli preghiere e proteste, il Comune di Parma ha deciso di occuparsi attivamente – in partnership con università, Istituzione biblioteche, Infomobility e Acer – dell’esercito di oltre 30.000 giovani che foraggia e vivacizza la città: gli universitari.

A partire dal prossimo anno partirà a pieno ritmo il progetto “Servizi agli studenti nei Comuni sedi di Università”. Nuovi spazi per lo studio, ampliamento della rete wireless, sconti in cinema, teatri e negozi, servizi di mobilità, attività culturali e sportive e, soprattutto, un sistema di affitti agevolati. Un progetto da 953mila euro, di cui 400mila sono finanziati dall’Associazione nazionale comuni italiani e dal Dipartimento per le politiche giovanili del governo. La quota del Comune è di 246mila euro, il resto suddiviso tra i partner. Le premesse per dare il via al mega progetto ci sono e per un anno la copertura dei servizi è garantita. Poi, anche a seconda di come saranno accolte le attività proposte, l’Anci deciderà se rinnovare il finanziamento per i prossimi anni. Per molti servizi il Comune si è comunque impegnato a raggiungere l’autonomia. Ecco in dettaglio il “pacchetto servizi” a misura di studente:

Sale studio, , aggregazione giovanile
Presso i centri di aggregazione giovanile del Comune e in alcune biblioteche comunali saranno messi a disposizione degli universitari spazi per lo studio aperti fino a tarda sera. Inoltre, i ragazzi potranno avere accesso anche alle sale di registrazione e per prove musicali dei centri giovanili. I servizi saranno gestiti in collaborazione con la Cooperativa studenti universitari.

Ampliamento della rete wireless
Internet è nell’aria ed è gratis. La copertura della rete Urbanet sarà ampliata: alle attuali 13 aree ne saranno aggiunte altre 14, tra cui i centri di aggregazione giovanili, le biblioteche comunali, l’ostello della gioventù e soprattutto il parco ducale

Carta studenti
Si prevede la realizzazione di una Card che comprenda agevolazioni per i servizi culturali (teatro, cinema, tempo libero…), e in negozi e palestre

Mobilità
Infomobility fornirà agli universitari a prezzi agevolati i servizi di car-sharing e il bike-sharing,  mettendo anche nuove postazioni al Campus e presso la stazione ferroviaria

Alloggi con affitto garantito
Stop al caro affitto e al mercato nero: il progetto “Affitti garantiti” che serve a calmierare i costi delle pigioni per le fasce a basso reddito sarà esteso anche agli studenti. L’accordo consentirà di stipulare circa 100 contratti con forme di tutela per i proprietari e vantaggi economici per i ragazzi. Ecco le proposte: esenzione totale dell’Ici; rimborso della morosità fino a un massimo di tre mesi in caso di eventi che modifichino la capacità reddituale dell’inquilino; a copertura di eventuali danni all’alloggio; per tutela legale per azioni di o sfratto; possibilità di disporre dell’alloggio prima della scadenza contrattuale in accordo con l’inquilino mediante un piano di mobilità assistita a favore dell’inquilino, senza oneri di ; attivazione, con la collaborazione di Acer, di interventi di manutenzione straordinaria e messa a norma degli impianti
L’altra opportunità che Acer sta cercando di attivare è quella di affittare ai ragazzi camere degli alloggi Erp già abitati da famiglie che ne occupano solo alcune stanze. In particolare, si guarda con speranza alle 200 famiglie di anziani autosufficienti soli, che potrebbero mettere a disposizione per i giovani stanze a un canone di 100/150 euro al mese abbattendo i propri costi di affitto.

Sportello orientamento allo sport per disabili
Lo sportello di orientamento si propone di coinvolgere ragazzi e ragazze anche con disabilità motorie, sensoriali, cognitive, mentali, relazionali, nella scelta di una o più discipline sportive.

Laboratori per la creatività
In collaborazione con l’Archivio giovani artisti saranno attivati quattro laboratori per giovani dai 18 ai 35 anni: scrittura creativa e fotografia (in partenza), scultura e fumetto (a partire dal 2009).

La Biblioteca internazionale
Apre una nuova biblioteca a Parma: il 2 febbraio 2009 sarà inaugurata la Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi, con sede in un’ala restaurata del complesso di San Paolo. Oltre a proporre una raccolta di libri e riviste nelle principali lingue straniere, la Biblioteca Internazionale intende allestire anche un Centro di risorse che offra punto di riferimento e coordinamento per enti e associazioni del settore, mediazione linguistica, orientamento all’a ccesso all’offerta culturale della città, accesso assistito a specifiche risorse di rete (repertori, enciclopedie, strumenti di consultazione, guide.

Ora, non resta che aspettare l’inizio del nuovo anno per l’a ttivazione concreta dei progetti. E per vedere se, al di là delle buone intenzioni del Palazzo, la città di Parma sarà davvero disponibile ad aprire le braccia (e le case) ai suoi studenti.