Il 27% del delle famiglie italiane e’ impiegato per pagare l’ della propria abitazione. I dati si riferiscono al primo e rispetto al secondo semestre 2007, in cui la spesa per l’ incideva del 25% sul reddito, si e’ registrato un aumento pari al 6,3%.

E’ quanto emerge da uno studio della Uil. su ”Famiglia, reddito, casa” dal quale risulta che gli affitti mensili medi nelle grandi citta’ ammontano a circa 923 euro per un totale annuo di 11.087 euro. ”Occorre collocare al centro dell’agenda politica – commenta il segretario confederale della Uil – il problema della casa quale diritto innegabile del cittadino perseguendo un piano programmatico e non solo emergenziale”. Il record del costo degli affitti in Italia spetta a Roma,dove si registra una media di 1.782,20 euro mensili che incidono sul reddito della famiglia per il 68,7%. Per il caro-affitti segue Venezia (1.470 euro di media mensile e un peso del 56,7% sul reddito). Spetta sempre al Lazio il numero piu’ alto degli sfratti: i provvedimenti emessi lo scorso anno sono stati in Italia complessivamente 43.739 di cui 6.422 nel Lazio.

Nel rapporto del sindacato e’ stato utilizzato come campione di riferimento una famiglia composta da due lavoratori dipendenti, con due figli a carico, che percepisce un reddito lordo annuo pari a 36.000 euro e vive in affitto in una delle citta’ capoluogo di regione; il costo dell’affitto e’ stato calcolato sulla base della media di un appartamento di 70 mq. Analizzando i dati emerge ”quanto sia arduo per una famiglia italiana acquistare un’abitazione”, rileva la Uil. Ad esempio a Roma dal primo semestre 2007 al primo semestre 2008, il costo medio di un appartamento di 70 mq e’ passato da 406.000 euro a 425.833 euro con un aumento pari al 4,6%; a Milano da 288.750 euro a 296.920 euro con un aumento pari al 2,7%; a Bologna da 267.167 euro a 269.500 euro con un aumento dello 0,9%; a Napoli da 252.233 euro a 264.483 euro con un aumento del 4,6%. Nella classifica sul costo degli affitti, al primo posto troviamo, dopo Roma e Venezia, Firenze con 1.082,70 euro mensili ed un’incidenza sul reddito pari al 41,7% e Milano con 997,50 euro e un’incidenza pari al 38,4%.

”Una delle conseguenze della ormai insostenibilita’ degli affitti o dell’acquisto e’ la progressiva crescita della morosita”’, sottolinea ancora la Uil riferendo che nel 2007 sono stati emessi 43.739 provvedimenti di sfratto di cui 33.872, ovvero il 77,44%, per morosita’ (nel 2006 erano il 75,5% del totale). La Regione in cui si e’ registrato il numero piu’ elevato di provvedimenti di sfratto emessi e’ il Lazio, seguita da Lombardia ed Emilia Romagna.

Fonte:Demanio.re