In Valle d’Aosta continuano a crescere i prezzi degli immobili, anche se l’incremento e’ stato lieve (1%). Lo rivela un’indagine condotta dall’ufficio studi di Tecnocasa. La situazione nel dettaglio: ad e Antagnod le quotazioni immobiliari sono rimaste stabili nella prima parte del 2008, in seguito ad una domanda comunque sostenuta e alla mancanza di nuove costruzioni;

a Brusson (+2.9% l’incremento delle quotazioni nei primi sei mesi del 2008) le richieste vedono protagoniste soprattutto le famiglie, dal momento che la zona e’ ottima sia per le vacanze estive che per quelle invernali; nei primi sei mesi del 2008 le quotazioni immobiliari di sono rimaste stabili, la domanda si orienta soprattutto su bilocali e trilocali; nei comuni della valle di Gressoney si registra un mercato immobiliare stabile, con acquirenti piu’ riflessivi ma intenzionati a comprare l’abitazione; in lieve aumento le quotazioni immobiliari di Morgex (+7.7%) e La Salle (+7.1%) dove si e’ registrata una maggiore selezione da parte dei potenziali acquirenti: sono apprezzate soprattutto le soluzioni di qualita’, premiate dal mercato. Inoltre: prezzi stabili a Saint Vincent nei primi sei mesi dell’anno con una lieve diminuzione della domanda di immobili da destinare alla seconda casa; stabili le quotazioni delle case a Pre’ S. Didier e a nella prima parte del 2008, sebbene si registri un lieve calo delle compravendite; nel primo semestre del 2008 a si e’ registrato un lieve aumento dei prezzi degli immobili (+4.2%) anche se, gia’ dopo l’estate, il mercato immobiliare ha iniziato a dare dei segnali di maggiore stabilita’ e i venditori sono piu’ disponibili a ritoccare i prezzi verso il basso, soprattutto coloro che hanno maggiore necessita’ di vendere; stabili le quotazioni di Cervinia e Valtournenche nella prima parte dell’anno, con una tendenza alla flessione nella seconda parte dell’anno.

Fonte:Demanio.re