Il ciclo espansivo del si e’ concluso nel 2006: nel 2007, infatti, le compravendite hanno iniziato a ridursi, la contrazione si e’ ulteriormente accentuata nel 2008 e il terzo trimestre di quest’anno conferma questo calo con un -13% tendenziale.

E’ questa la fotografia del mercato immobiliare scattata dall’Osservatorio del mercato immobiliare () in una serie di studi presentati dall’Agenzia del territorio.E’ in particolare il settore residenziale, secondo l’Osservatorio, quello che risente maggiormente della crisi di mercato con una riduzione del 14% nel primo semestre 2008, confermata nel terzo trimestre dell’anno in corso. Nello stesso periodo, i prezzi delle abitazioni sono cresciuti del 4,3% su base annua e solo dell’1,4% rispetto al semestre precedente e ”per la prima volta nell’ultimo decennio, il tasso di crescita dei prezzi delle abitazioni e’ inferiore al tasso di inflazione”. Calano,inoltre, le compravendite per abitazioni effettuate con l’ausilio di un . Nel 2007 il totale delle compravendite effettuate con l’ausilio di un mutuo e’ diminuito del 9,5% rispetto al 2006.Il capitale erogato per questa parte consistente di prestiti alle famiglie, pari ad un totale di 47,4 miliardi di euro, e’ conseguentemente diminuito del 9,1%.

Fonte:Demanio.re