Pubblica un annuncio immobiliare su Bakeca.it!

Mutui alle imprese: cosa sono?
Si tratta di particolari forme di erogati dagli istituti di credito al fine di supportare le aziende nella crescita della propria attività. Sono prestiti a medio/lungo termine con una durata massima di 10-15 anni, atti a favorire la proliferazione economica di attività operanti in tutti i settori.

Quante tipologie ne esistono?
A seconda di durata, modo di pagamento e tasso di interesse applicato i mutui dedicati alle imprese si distinguono in:

  • : E’ un prestito concesso alle imprese che sono in grado di garantire il proprio debito con un’ipoteca immobiliare. Il fine di questo tipo di finanziamento è l’acquisto o rinnovo della struttura stessa in cui è situato l’impianto di produzione o l’acquisto di nuovi macchinari.
  • Mutuo di ricapitalizzazione aziendale:  è un finanziamento finalizzato a riequilibrare le passività tramite l’impego del capitale chiesto in prestito per il pagamento di debiti a breve termine. La somma richiesta può raggiungere anche l’intero capitale deliberato, ma la durata non può superare i  15 anni.
  • Mutuo stagionale: Al contrario dei mutui precedenti, tale tipo di prestito non può essere acceso da qualunque tipo di impresa ma è aperto solo alle attività operanti nel settore turistico o agroindustriale, con ricavi prevalenti in un periodo particolare dell’anno. In tal caso è l’impresa a decidere quando far  cadere la scadenza delle rate, con la possibilità di concentrare il rimborso nel periodo più produttivo.
  • Mutuo chirografario:  Privi di garanzie, sono una sorta di prestiti disciplinati da un tacito accordo scritto
  • Mutuo edilizio: è finalizzato a costruzione o ristrutturazione dell’immobile, sempre con garanzia ipotecaria.

A quale tasso sono concessi?
Il tasso dei mutui per le imprese segue le stesse modalità di applicazione dei normali mutui concessi ai privati per l’. Anche in tal caso si può scegliere tra tasso fisso o variabile, tenendo conto, a seconda della scelta, del  rispettivo TUR (tasso ufficiale di riferimento), ossia IRS o Euribor, con tutte le conseguenze del caso correlate alla scelta.