Veramente dura la vita per chi è precario. Ottenere un è diventato veramente impossibile se non si hanno delle solide garanzie contrattuali, e questo vale sia per i mutui sia per i mutui seconda casa.

Un’intera generazione costretta a vivere in , sono pochi infatti i fortunati che erediteranno una casa o che potranno acquistarne una con un mutuo, potendo godere di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

I tassi mutuo si fanno sempre più elevati, anche se a marzo si è intravisto un miglioramento, ma è sempre difficile trovare un mutuo conveniente , questo per dire che la situazione è difficile anche per coloro i quali possono sottoscrivere un mutuo immobiliare per l’acquisto di una prima casa o di una casa per le vacanze.

Come regolarsi dunque? Come affrontare il futuro? Come dicevamo poc’anzi ci troviamo dinnanzi ad un’intera generazione costretta a vivere in affitto, senza una propria casa? Senza una proprietà immobiliare?

Quello che ci riserverà il futuro ancora non lo sappiamo, l’unica cosa che sappiamo per certa è che ad oggi la situazione italiana è veramente difficile, specialmente per i giovani che faticano a contrarre un mutuo immobiliare.

La situazione appare drammatica soprattutto nel Sud d’Italia, dove precariato e lavoro nero sono all’ordine del giorno.

Una “generazione bruciata” che attende giorni migliori, rimaniamo tutti speranzosi e in attesa di tempi migliori. Non bisogna però rassegnarsi, ma cercare tutte quelle strade non ancora battute che possono creare lavoro ed un poco di ricchezza. Creatività e tenacia per il futuro dei giovani.

 

Fonte: alimentapress.it