Dall’analisi dei dati di CRIF , delle informazioni registrate in EURISC (il sistema di informazioni creditizie gestito da CRIF) e delle rilevazioni dell’Agenzia del Territorio, con riferimento al italiano oggetto di garanzia ipotecaria, nel quarto trimestre 2011 si evidenzia un lieve aumento dei volumi di residenziali (+0,6%) rispetto al corrispondente periodo 2010.


Tale andamento, però, si accompagna alla contrazione dei mutui ipotecari erogati a persone fisiche, con una sostanziale stabilità dell’importo medio del mutuo finanziato. Anche il valore medio degli immobili oggetto di mutuo e la loro metratura registra un sensibile calo. Nello specifico, alla fine di dicembre 2011 nelle principali 8 metropoli italiane (Roma, Milano, Torino, Genova, Napoli, Palermo, Bologna, Firenze) il numero di contratti di erogati a persone fisiche registra un -29,8% rispetto al corrispondente periodo 2010, mentre nel resto dell’Italia tale valore raggiunge valori del -35%.
L’Agenzia del Territorio conferma però che nell’intero 2011 le compravendite di abitazioni acquistate con l’ausilio di un mutuo ipotecario sono diminuite del -4,5%, pertanto gran parte del calo di richieste/erogazione di mutuo è imputabile alla scomparsa del fenomeno di surroghe e sostituzioni. Per quanto riguarda gli importi medi dei mutui ipotecari erogati, i grandi capoluoghi mostrano un lievissimo decremento, pari a -0,3%, mentre il resto del territorio nazionale registra una sostanziale stabilità. Il valore medio dell’immobile a garanzia si contrae del -4,2% nelle metropoli, mentre cresce del +1% nel resto dell’Italia, la superficie degli immobili oggetto di compravendita evidenzia invece un -0,7% nelle metropoli e un -9% nel resto dell’Italia.
Infine il Loan To Value passa dal 41% al 43% nelle 8 metropoli italiane, mentre cala dal 50% al 49% nel resto del Paese, effetto della dinamica congiunta del prezzo degli immobili e dell’importo dei mutui erogati.
Analizzando il grafico e la tabella di dettaglio, che confronta il quarto trimestre 2011 con il quarto trimestre 2010, si evince che il numero di compravendite residenziali è in aumento in quasi tutte le città: Roma (+11,7%), Milano (+1,7%), Torino (+15,6%), Napoli (+9%), Palermo (+2,5%), Bologna (+6,9%), Firenze (+10%). Unico capoluogo in lieve controtendenza risulta essere Genova (-1,5%).

 

Fonte: www.crifvalutazioneimmobili.it