Pubblicato da Terna il Rapporto mensile di settembre 2012 sul sistema elettrico, dal quale risulta in Italia una richiesta di nei primi nove mesi del 2012 in diminuzione del 2,3% rispetto allo stesso periodo del 2011, gli altri dati per lo stesso periodo sono: produzione da idroelettrico -16,2%, da eolico +37,2%, da +91,3%, da geotermia -1,3%, saldo estero -6,6%.La produzione da fotovoltaico nei primi nove mesi del 2012 è stata pari a 15,4 TWh. Nel mese di settembre 2012 l’energia elettrica richiesta in Italia (26,4 miliardi di kWh) ha fatto registrare una flessione pari a -9,6% rispetto ai volumi di settembre dell’anno scorso. La variazione della domanda rettificata risulta pari a -7,3 %, valore ottenuto depurando il dato dagli effetti congiunti di calendario e temperatura. Nei primi nove mesi del 2012 rispetto allo stesso periodo  del 2011, i maggiori decrementi di richiesta di energia si sono avuti nell’area territoriale di Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta (-7,4%) e in Sicilia (-4,0%) e il maggiore incremento si è avuto in Lombardia (+2,3%). (Ott. 2012)

La Regione Piemonte dà avvio all’innovativo portale web www.forumenergia.regione.piemonte.it per condividere il confronto sulle strategie da perseguire nel corso del processo di definizione del nuovo Piano Energetico Ambientale Regionale. (Set. 2012)

Pubblicati da Terna i dati definitivi relativi alla produzione di energia elettrica in Italia nel 2011. La produzione lorda da fonti rinnovabili è aumentata in Italia del 7,8% raggiungendo gli 83 TWh e la quota rispetto alla produzione lorda totale si è attestata a 27,4% mentre quella rispetto ai consumi lordi a 23,8%. Le fonti che hanno avuto maggiori incrementi sono: fotovoltaico (+466,5%) e biomasse (+14,7%). A livello regionale i maggiori incrementi di produzione da fonti rinnovabili si sono avuti in Puglia (51,2%) e Marche (34,5%). In coda sono Umbria (-14,5%) e Basilicata (-7,3%). Dai dati regionali risulta che le regioni con maggiori surplus di produzione totale di energia elettrica rispetto alla richiesta sono: Puglia (+17,6 TWh), Calabria (+4,2 TWh). Mentre quelle con maggiori deficit sono: Lombardia (-22,7 TWh), Veneto (-18,5 TWh) e Campania (-9,1 TWh) (Lug. 2012)

Resi noti dal GSE i dati complessivi del aggiornati al 30/6/2012. Risultano in esercizio 13.739 MW di impianti fotovoltaici con un incremento negli ultimi sei mesi di circa 1300 MW. In aumento sono gli impianti di potenza superiore al MW da 818 a 847. Risultano in esercizio 147 impianti con potenza superiore a 5 MW, di cui 36 in Puglia e 32 nel Lazio. Complessivamente la Puglia è in testa con 2272 MW (+147 MW negli ultimi sei mesi) seguita da Lombardia (1462), Emilia R. (1364) e Veneto (1251).  (Lug. 2012)

Pubblicato da Terna il Rapporto mensile di giugno 2012 sul sistema elettrico, dal quale risulta in Italia una richiesta di energia elettrica nel primo semestre del 2012 in diminuzione del 2,8% rispetto allo stesso periodo del 2011, gli altri dati per lo stesso periodo sono: produzione da idroelettrico -20,8%, da eolico +43,5%, da fotovoltaico +243,2%, da geotermia -1,8%, saldo estero -3,6%. La produzione da fotovoltaico nei primi sei mesi del 2012 (9,2 TWh) è stata pari a quella di tutto il 2011. Nel primo semestre 2012 rispetto al primo semestre 2011, i maggiori decrementi di richiesta di energia si sono avuti in Sicilia (-6,9%) e nell’area territoriale di Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta (-6,4%), il maggiore incremento si è avuto in Lombardia (+0,9%). (Lug. 2012)

Emessi dalle regioni vari bandi che incentivano interventi nel settore delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico, finanziati dai fondi strutturali 2007-2013. Per consultare i bandi accedere all’apposita sezione di questo sito o seguire il link seguente: bandi fondi strutturali 2007-2013. (Giu. 2012)

Pubblicato dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas il Rapporto sull’andamento delle certificazioni dei risparmi energetici conseguiti nell’ambito del meccanismo dei certificati bianchi nel periodo 01/06/2011 – 31/12/2011, dettagliati per regione. Le regioni in cui risultano certificati i maggiori risparmi nel periodo citato sono: Lombardia (379 ktep, +24,05%) e Toscana (160 ktep, +15,05%), mentre a partire dall’avvio del meccanismo dei certificati bianchi sono: Lombardia (1.955 ktep), Toscana (1.223 ktep) e Lazio (1.022 ktep). Complessivamente in Italia i risparmi energetici conseguiti nell’ultimo periodo è stato di 1.780 ktep (+18,4%) e dall’avvio 11.445 ktep (Mag. 2012)

Pubblicato da GSE il Bollettino aggiornato al 31/12/2011 riguardante l’incentivazione delle fonti rinnovabili con il sistema dei certificati verdi. Dall’analisi dei dati risultano qualificati impianti in progetto per circa 29,6 TWh/anno e impianti in esercizio per circa 33,1. A livello regionale al primo posto si trova la Puglia con impianti in progetto per 5,2 TWh/anno seguita dalla Lombardia con 2,7. Gli incrementi maggiori in termini di producibilità degli impianti in progetto rispetto ai dati precedenti si hanno in Sardegna (+984 GWh/anno) seguita a distanza da Friuli (+212) e Lazio (+208). Tra gli impianti in progetto i più utilizzati sono quelli a bioliquidi (12 TWh/anno), Biomasse solide (6,5 TWh/anno) e quelli eolici (5,1 TWh/anno). (Mag. 2012)

Pubblicato da Terna il Rapporto mensile di aprile 2012 sul sistema elettrico, dal quale risulta in Italia una richiesta di energia elettrica nell’ultimo mese in diminuzione del 6,2% rispetto allo stesso mese del 2011. Tale dato era stato di -5,2% nel mese di Marzo. Nel mese di aprile rispetto all’aprile del 2011, i maggiori decrementi si sono avuti in Sicilia (-13%) e nell’area territoriale di Friuli, Trentino e Veneto (-9,4%). (Mag. 2012)

La Giunta regionale della Sardegna ha approvato il Piano d’azione regionale per le energie rinnovabili. Il provvedimento, in linea con gli obiettivi e le strategie comunitarie e nazionali, punta a ridurre i consumi energetici e la dipendenza da fonti di energia tradizionali, promuovendo il ricorso alle fonti rinnovabili, il risparmio e l’. Un gruppo di lavoro, costituito nel 2010, si occuperà, inoltre, di aggiornare i dati attraverso un’apposita sezione del Sistema informativo regionale ambientale e di verificare periodicamente il rispetto delle linee di indirizzo sulle fonti rinnovabili. (Apr. 2012)

Pubblicato da Terna il Rapporto mensile di marzo 2012 sul sistema elettrico, dal quale risulta in Italia una richiesta di energia elettrica nei primi tre mesi del 2012 in diminuzione del 1,9% rispetto allo stesso periodo del 2011, gli altri dati per lo stesso periodo sono: produzione da idroelettrico -35,0%, da eolico +48,1%, da fotovoltaico +347,9%, da geotermia -1,4%, saldo estero -2,6%. Il maggiore incremento di richiesta di energia elettrica nei primi tre mesi del 2012 si sono avuti in Lombardia (+3,2%) e i maggiori decrementi nell’area territoriale di Friuli, Trentino e Veneto (-7,1%) e in Sardegna (-5,5%). (Apr.2012)

 

Fonte: enerweb.casaccia.enea.it