terremotoLa sismologia non è ancora in grado di prevedere i terremoti: né quando essi si verificheranno, né dove e nemmeno di quale magnitudo. Per questo motivo, l’unico modo per evitare danni agli edifici e perdita di vite umane è portare avanti la strategia della prevenzione sismica, che si avvale di particolari metodologie di costruzione.

Le soluzioni antisismiche utilizzate in architettura

Nel mondo si calcola che esistano circa 10 mila realizzate con sistemi di sismico (che consentono il controllo passivo delle vibrazioni originate da un ) o dotate di dispositivi che dissipano l’energia. Tali sono edifici pubblici, residenziali o industriali, ma anche infrastrutture e stabilimenti per la produzione di energia. Se colpiti da un terremoto, gli edifici progettati con criteri antisismici sono in grado di resistere alle scosse senza danneggiamenti. In un paese dall’elevato rischio sismico come l’Italia, le costruzioni esistenti e quelle in fase di progettazione dovrebbero essere realizzate con questi criteri, soprattutto nelle zone più a rischio.
Architettura antisismica, la situazione in Italia

In Italia i primi edifici antisismici vennero realizzati nel 1975, e nonostante i grossi danni causati dagli ultimi terremoti, il paese è il quinto a livello mondiale (ed il primo in Europa) per numero di edifici isolati. Una settantina sono gli edifici già completati, mentre altri 20 sono ancora in fase di costruzione; particolare attenzione è stata rivolta agli edifici pubblici come ad esempio scuole ed ospedali. Alcuni di questi edifici sono dotati di strutture simili a grosse molle che, situate a livello delle fondamenta, assorbono le vibrazioni del terremoto ammortizzando l’edificio ed evitando danneggiamenti.
Costruire con il legno

Anche se in Italia si costruisce prevalentemente in cemento armato e , gli esperti indicano che il legno potrebbe rappresentare la soluzione antisismica del futuro. I ricercatori italiani del CNR hanno infatti evidenziato come il legno sia un ottimo materiale da costruzione che, se utilizzato in edifici progettati secondo i criteri dell’antisismica, è in grado di resistere anche a forti terremoti. È inoltre da sfatare il mito secondo il quale con il legno non si può costruire in altezza: è stato infatti realizzato un prototipo di casa a sette piani che ha retto alla simulazione di un terremoto di magnitudo 7.2.

 

Fonte: editmodo.it