L’obiettivo della legge 75/2012 è di ridurre o evitare gli sfratti esecutivi promuovendo la gradualità del rilascio degli alloggi, che oggi potrà essere attivata la il tutto Il territorio della toscana mediante il via libera alla podestà dei comuni di istituire Commissioni Territoriali in cui potranno partecipare sia i rappresentanti dei comuni stessi, sia le organizzazioni sindacali degli inquilini e dei proprietarii , eventualmente Insieme a quelli di Prefettura e Questura.

“Il nostro obiettivo – come spiegato dell’assessore regionale alle politiche per la , Salvatore Allocca – è far si che che si eviti il più possibile il dramma dello esecutivo, favorendo invece, anche nelle situazioni più critiche, un passaggio da a , senza traumi.

Con questo regolamento attuativo offriamo quindi ai comuni che ne faranno richiesta, la possibilità di  istituire apposita Commissioni con il di compito di garantisce la sostenibilità sociale allo sfratto.

Per raggiungere questo obiettivo ogni livello d’esercizio dovrà trasmettere all’osservatorio le informazioni sul disagio abitativo, che formeranno la base per la prevista Conferenza sulla condizione abitativa che si terrà ogni anno a maggio.