Secondo recenti analisi sul in europa e nel mondo, i paesi più colpiti dalla crisi sono Italia e Spagna mentre, Messico, Polonia, Thailandia e Tunisia vivono prospettive ben più positive.

L’immobilismo degli istituti di credito assieme alla crisi economica, rappresentano nello specifico le maggiori criticità per la Spagna

il gruppo tecnocasa ha condotto uno studio con lo scopo di analizzare l’andamento del mercato immobiliare in europa e nel mondo. non sorprendono i trend negativi di italia (complice il di erogazione dei mutui casa, che decresce sempre più rapidamente) e spagna, i paesi più colpiti dalla crisi, mentre polonia, messico, tunisia e thailandia vivono congiunture ben più positive, con la maggior parte dei cittadini costretti a spostarsi dal centro alla periferia per via di prezzi più accessibili e maggiormente abbordabili. Positivo invece il trend rilevato in Polonia, dove l’abbondante offerta abitativa e il prepotente sviluppo urbanistico di Cracovia stanno imprimendo al mercato immobiliare una spinta senza precedenti.

Sempre positivi anche i trendi rilevati in Messico, Tunisia e Thailandia. Dinamico e propositivo il mercato immobiliare del paese nordafricano, con la capitale Tunisi a risaltare per il forte sviluppo edilizio cui sta andando incontro e la domanda trascinata soprattutto da francesi ed italiani. Nonostante le difficoltà di accesso al credito anche la nazione centro-americana sta vivendo un momento positivo, con Città del Messico a distinguersi per la buona percentuale di acquisiti di prime case.

Piani di arredo urbano e progetti di sviluppo edilizio i fattori propulsivi dello sviluppo del mercato immobiliare thailandese; in particolare nella località turistica di Phuket stanno nascendo guest house, hotel e centri commerciali, con australiani, cinesi, russi ed italiani molto attivi nell’investire rilevando non solo attività commerciali ma anche immobili da adibire ad suo locativo.