Legge stabilità 2014 – bonus mobilibonus ristrutturazioni energia

Con la legge di stabilità 2014 e stato tutto confermato per i prossimi 12 mesi:  non ci saranno modifiche, bonus per elettrodomestici, bonus per i mobili, bonus per la ristrutturazione e .

Completo successo quelli degli incentivi nell’edilizia, che ha rilanciato un settore in grande crisi dopo gli ultimi anni di cantieri sempre più rari nel territorio. Sono bastate le detrazioni promesse dal governo per ridare fiducia a un intero comparto economico, uno dei più importanti per il Pil italiano ma anche uno dei più martoriati dalla crisi.

In sostanza, quanto già previsto per i condomini, ossia il mantenimento degli incentivi anche per tutto il 2014, è stato esteso a tutti i proprietari di che intenderanno svolgere lavori nei propri vani di proprietà.

Viene confermato il Bonus mobili, con detrazione fiscale del 50% per l’acquisto di componenti di arredamento o di grandi elettrodomestici, in conseguenza di un intervento di ristrutturazione.

Bonus Ristrutturazioni che rimane immutato, con sconto Irpef ad aliquota al 50% nell’anno a venire, e graduale diminuzione per i successivi, a 40% nel 2015 e rientro al 36% nel 2016.

Identico anche il bonus energia per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, con l’aliquota che seguirà lo stesso destino di quella per i lavori di ristrutturazione, passando, in questo caso, dall’attuale 65%  al 50% dell’anno intero 2015, per tornare al 36% originario nel 2016.