Dal 1. gennaio 2015 partirà l’ per gli amministratori di che il decreto ministeriale n.140 ha reso obbligatorio qualche mese fa.

L’Anammi, Associazione nazionale degli operatori di settore, ha fatto un passo in avanti optando per dei corsi di aggiornamento in modalità e-learning con l’evoluzione delle tecnologie. Le ultime novità saranno spiegate con video per andare incontro agli impegni lavorativi e alle diverse esigenze.

Il decreto ha fissato un limite di 15 ore di aggiornamento che devono essere effettuate da tutti gli amministratori. Gli amministratori di condominio dovranno superare un test a risposta multipla che potrà essere svolto nella sede più vicina alla propria attività.

Gli amministratori che supereranno l’esame, prenderanno il certificato che attesta l’aggiornamento e che le varie assemblee condominiali hanno il diritto di richiedere al proprio referente. Il professionista deve essere in grado di documentare la formazione di base e i vari aggiornamenti che sono chiamati a eseguire durante il corso di attività.

Per l’Anammi rimane ancora il problema dei corsi falsi da risolvere, infatti è facile capitare online aggiornamenti falsi con argomenti vecchi. L’associazione ha chiesto al Ministero della Giustizia di intervenire per perfezionare la normativa in questa direzione.