Normative Immobiliari

Certificazione Energetica: Attestato di qualificazione energetica – Parte 3°

L’attestato di qualificazione energetica deve essere predisposto da professionista abilitato, non necessariamente estraneo alla proprietà, alla progettazione od alla realizzazione dell’edificio (art. 2 allegato A comma 2) e, nel caso di nuove costruzioni o di interventi di cui all’art. 3, comma 2 lettera a, asseverato dal direttore dei lavori. 

certificazione-energetica.jpg

Il direttore dei lavori deve asseverare, inoltre, la conformità delle opere realizzate rispetto al progetto, alle sue eventuali varianti ed alla Relazione Tecnica (art. 28 comma 1 legge 10/91) presentati all’atto della richiesta del titolo abilitativo.

Mutui prima casa, aiuti a chi è in difficoltà

Per aiutare chi ha contratto un mutuo per l’acquisto della prima casa e non riesce a sostenerlo arriva un fondo di solidarietà con una dotazione di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008 e 2009 (articolo 2, commi da 475 a 480). 

mutuo-1-casa.jpg

Il cittadino che dimostrerà di non essere più in grado di far fronte alle rate potrà chiedere, non più di due volte e per 18 mesi al massimo, la sospensione del pagamento. 

Dal 2008 il 55% Irpef anche sull’impianto geotermico

L’articolo 1, commi 20-24 della legge 24 dicembre 2007, n.244 prevede la proroga sino al 2010 della detrazione pari al 55% delle spese sostenute per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti, introdotta dall’articolo 1, commi 344-347, della legge 27 dicembre 2006 n. 296, detrazione che per il 2007 non si è applicata per gli impianti di condizionamento con pompa di calore.  

detrazione.jpg

A partire dal 1° gennaio 2008, per contro, è stabilita l’estensione dell’agevolazione alle spese sostenute, entro il 31 dicembre 2009, per la sostituzione, intera o parziale, dell’impianto di climatizzazione invernale non a condensazione, le cui modalità applicative saranno definite con decreto del ministro dell’Economia e delle finanze e l’estensione dell’agevolazione alle spese sostenute, fino al 31 dicembre 2010;

Calcola il costo dell’atto Notarile

Vi segnalo il sito del Collegio Notarile dei Distretti riuniti di Como e Lecco, dove è possibile calcolare le Tariffe Notarili.

Le Tariffe non sono comprensive di imposte di registro, bolli, emolumenti conservatoria, tasse archivio, visure ipo-catastali, iva al 20% sul compenso notarile.  E’ possibile calcolare le Tariffe per:

La portabilità del mutuo

Con la Legge n° 40 del 02 aprile 2007 (Legge Bersani) è nato il concetto di portabilità del mutuo così come col proprio numero telefonico da un gestore all’altro. 

50euro.jpg

Vuol dire che un mutuatario può trasferire il suo debito ad un’altra banca che gli propone condizioni migliori, riducendo al minimo costi e formalità.

Proroga agevolazioni fiscali per ristrutturazioni al 2010.

In caso di lavori di ristrutturazione effettuati sulle parti comuni degli edifici residenziali, i condomini possono usufruire di una detrazione fiscale dall’Irpef sulle spese sostenute.

edilizia.jpg

La detrazione è pari al 36 per cento delle spese effettivamente sostenute e si calcola su un limite massimo di spesa di 48.000 euro per ciascun anno.

Rendite, vitalizi e usufrutti, adeguati i moltiplicatori

E’ stato pubblicato in G.U. il DM con le nuove modalità di calcolo per delle rendite, vitalizi ed usufrutti. Attraverso il Decreto del Ministero dell’Economia del 07 gennaio 2008, pubblicato sulla gazzetta ufficiale n° 9, si è provveduto all’adeguamento della modalità di calcolo dei diritti di usufrutto a vita e delle rendite o pensioni ai fini dell’imposta di registro e di imposta sulle successioni e donazioni. 

calcolatrice.jpg

Le nuove modalità di calcolo si applicano agli atti pubblici, agli atti giudiziari e alle scritture private autenticate e non presentate per la registrazione a decorrere dal 01 gennaio 2008. Stessa  decorrenza anche per le successioni apertesi e per le donazioni fatte a decorrere sempre dal 01 gennaio 2008.

Cancellazione ipoteca per mutui immobiliari

Estensione del procedimento semplificato di cancellazione dell’ipoteca per i mutui immobiliari alle cosiddette ipoteche frazionate e cambiarie

1.jpg

Comunicato stampa dell’Agenzia del Territorio – Provvedimento 29 gennaio 2008

Fonte: Agenzia del Territorio
 

Finanziaria 2008 – Risparmio energetico

A partire dall’anno 2009 il rilascio del permesso di costruire è subordinato alla Certificazione Energetica degli edifico, nonchè delle caratteristiche strutturali dell’immobile finalizzate al risparmio idrico e al rimpiego delle acque meteoriche.

risparmio-energetico.jpg

Sempre dal 1° gennaio 2009, ai fini del rilascio del permesso di costruire, deve essere prevista, per gli edifici di nuova costruzione, l’installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. (art. 1 c.288-289 Legge Finanziaria 2008)

Nuda proprietà, la vendita non salva le agevolazioni

Chi ha comprato un appartamento con le agevolazioni prima casa e poi, entro cinque anni dall’acquisto, ne aliena la nuda proprietà mantenendo l’usufrutto, decade dalle agevolazioni ottenute in sede di acquisto.

agevolazioni-1-casa.jpg

Inoltre, la vendita prima dei cinque anni genera pure la tassazione delle eventuale plusvalenza, a meno che il cedente dimostri di avere adibito l’immobile a propria abitazione. E’ quanto affermato dall’agenzia delle Entrate nella risoluzione 231/E dell’8 agosto 2007.