acqua

Modena, in un condominio acqua privata

“Nel giro di un mese nascerà la prima Casa dell’acqua privata, realizzata totalmente su iniziativa di un condominio composto da 75 famiglie.

Letto ad acqua: una nuova cultura che sta arrivando anche in Italia!

La cultura del letto ad acqua, che prima sembrava un bene riservato a pochi, si sta diffondendo anche in Italia. Nell’articolo che vi propongo qui sotto è descritta la storia del letto ad acqua dalla sua origine ad oggi e le offerte che possiamo trovare oggi sul mercato. Il primo letto ad acqua fu creato nei primi anni del 1800 per l’amore di un fisico inglese, Neil Arnott, nei confronti della moglie, costretta a letto per una brutta caduta da cavallo e afflitta da dolorose piaghe da decubito.

lettoacqua1-416x300

Il fisico, non sopportando la visione di tale dolore, cominciò a pensare che la moglie avrebbe dovuto paradossalmente dormire sull’acqua, l’unico elemento esistente in natura in grado di sostenere il corpo senza pressioni. L’illuminazione venne da lì a poco: in effetti era possibile, bastava racchiudere l’acqua in un sacco impermeabile. Così nacque il primo materasso ad acqua e così la signora Arnott guarì completamente dalle piaghe da decubito.

Acqua e fognature

Ti è mai capitato di dover assistere un cliente per aver ricevuto delle bollette per i servizi di fornitura d’acqua, fognatura e depurazione, anche se non si è mai allacciato e non ha usufruito dei servizi? Ebbene per non pagare occorre riempire e firmare un modello per autocertificare che non si è allacciati alla fognatura comunale.

fognatura-raccordi

Per far valere i propri diritti, và citata la Sentenza della Corte di Cassazione n.18699 del 16/9/2004. La Corte ha stabilito che chi per motivi tecnici non può allacciare i propri scarichi alla fognatura comunale, non deve pagare i canoni per i servizi di fognatura e depurazione. Per problemi di questo tipo – è consigliabile rivolgersi al Difensore Civico, organo che fa da mediatore tra i cittadini e la pubblica Amministrazione. Per sapere se il vostro Comune né ha uno – si può controllare sul sito www.difensorecivico.org