Era ora. Finalmente, dopo anni e anni di appelli preghiere e proteste, il Comune di Parma ha deciso di occuparsi attivamente – in partnership con università, Istituzione biblioteche, Infomobility e Acer – dell’esercito di oltre 30.000 giovani che foraggia e vivacizza la città: gli universitari.

A partire dal prossimo anno partirà a pieno ritmo il progetto “Servizi agli studenti nei Comuni sedi di Università”. Nuovi spazi per lo studio, ampliamento della rete wireless, sconti in cinema, teatri e negozi, servizi di mobilità, attività culturali e sportive e, soprattutto, un sistema di affitti agevolati.