angelo zubbani

Il litorale Carrarese. Demanio, chi compra potrà costruire

Demanio, chiusa una partita se ne apre adesso un’altra. Ieri a palazzo civico il sindaco Zubbani si è incontrato con il presidente della Patrimonio Spa, Pierpaolo Dominedò, presenti anche l’assessore all’urbanistica Andrea Vannucci e i tecnici di palazzo, per definire il pacchetto di vendita delle aree prima di ripartire con una nuova procedura di alienazione dei 10 ettari di terreni demaniali di cui lo Stato intende da anni liberarsi.

Dopo il fallimento dell’asta e della vendita privata, adesso il sindaco ha chiesto e ottenuto che il nuovo pacchetto sia trattato prima tra i soggetti pubblici (Comune e Stato), conservi invariate le stime delle aree dei gestori privati, e preveda, da parte di chi acquisterà, la restituzione gratuita al Comune di tutti i beni di pertinenza pubblica come il parco, il bocciodromo, la piscina, i campi da tennis, i posteggi.

Il Comune stoppa gli appartamenti nell’hotel

E’ l’unico albergo presente in centro di Carrara. L’unico, con le sue 30 camere, a poter ospitare, anche in tempi di vacche magre come questi, i turisti che intendono soggiornare nella città dei marmi. Ma ora l’Hotel Michelangelo, che con la sua insegna illumina via Rosselli dal 1966, ha pensato bene di chiudere i battenti e destinare la struttura ad altri scopi, forse più redditizi.

stop

I proprietari, la famiglia Lattanzi, hanno infatti presentato all’ufficio tecnico del Comune una Dia (Denuncia di inizio attività) per costruire appartamenti residenziali lì dove finora avevano pernottato i forestieri. Il che significa, in parole povere, che Carrara si verrebbe a trovare senza neppure una struttura ricettiva, senza, cioè, uno straccio di posto dove ospitare turisti e non solo.

Carrara inaugurati nuovi alloggi per studenti

39 nuovi posti letto per gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Carrara: ad inaugurarli, questa mattina, l’assessore regionale all’Istruzione, Gianfranco Simoncini, insieme a Marco Baudinelli, l’ass. Giovanna Bernardini, la dirigente del settore Elena Beisso, il sindaco Angelo Zubbani e Aurelio Pellegrini presidente dell’azienda regionale per il diritto allo studio.

carrara.gif

Intitolata a Sandra Bruschi, lungimirante politica d’oltrefoce, la struttura (del costo di 800 mila euro) ha riscosso il plauso del delegato fiorentino Simoncini: “E’ un tassello notevole, che implementa l’offerta qualitativa e di sviluppo fatta dall’ateneo”.

Fonte: Teleriviera