Nel caso in cui sia stato l’artigiano a non aver eseguito a regola d’arte il suo lavoro, ci sono 8 giorni di tempo – che decorrono dalla scoperta – per fare la denuncia. Una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, inviata a chi ha realizzato l’intervento, resta la soluzione migliore. Se l’artigiano chiamato in questione non intende porvi rimedio, il committente ha ancora un ano di tempo per proporre un’azione legale davanti al Giudice di Pace.


Se il danno è di modesta entità ( inferiore a 2.582,28 euro) la competenza è del Giudice di Pace; se la cifra è più alta, ci si deve rivolgere al tribunale. In entrambi i casi, il Giudice disporrà una perizia per stabilire sia la causa sia l’entità dei danni.