attività produttive

Report Immobiliare 2012

Fiaip: “Solo la stabilita’ politica ed economica rendera’ possibile l’inizio di una lenta ripresa nel secondo semestre 2013”

Risultati delle rilevazioni FIAIP sull’andamento del mercato immobiliare urbano 2012 e scenari di mercato per il 2013

“La crisi c’è, ma basta con il terrorismo mediatico sulla casa. In Italia non ci sarà nessuna bolla immobiliare.”

Crolla il numero delle compravendite nel 2012: – 17,22%
Forte diminuzione dei prezzi delle abitazioni – 11,98% e delle locazioni – 5,60 %.
Il mattone continua a garantire il rendimento a medio-lungo termine + 4%

Un rilevante numero di aziende italiane delocalizza la produzione in Svizzera

Già ne parlammo in passato: un rilevante numero di aziende italiane delocalizza la produzione in Svizzera.
Sì, avete capito bene. Proprio in Svizzera, ossia in uno dei paesi con i maggiori livelli retributivi.
Se fosse vero lo statement per cui le imprese delocalizzano solo dove il costo del lavoro sia infimo, le aziende eviterebbero la Svizzera come la peste bubbonica.

Tasse settembre 2012

Non soltanto IRPEF, IVA, IMU, Addizionali IRPEF Regionali e Comunali, IRAP, tasse sull’ombra, Accise sui carburanti, Bollo Auto e chi più ne ha più ne metta. Nel Paese delle “100 tasse”, ve ne sono alcune imposte e tasse “ignote”, che spesso i cittadini ignorano di pagare oppure non conoscono l’Ente che le incassa. Sono le 7 “tasse occulte”, che puntualmente troviamo sulle bollette del gas, della luce, della TARSU, sull’assicurazione oppure la momento di acquistare un’auto o uno scooter.

Il Comune stoppa gli appartamenti nell’hotel

E’ l’unico albergo presente in centro di Carrara. L’unico, con le sue 30 camere, a poter ospitare, anche in tempi di vacche magre come questi, i turisti che intendono soggiornare nella città dei marmi. Ma ora l’Hotel Michelangelo, che con la sua insegna illumina via Rosselli dal 1966, ha pensato bene di chiudere i battenti e destinare la struttura ad altri scopi, forse più redditizi.

stop

I proprietari, la famiglia Lattanzi, hanno infatti presentato all’ufficio tecnico del Comune una Dia (Denuncia di inizio attività) per costruire appartamenti residenziali lì dove finora avevano pernottato i forestieri. Il che significa, in parole povere, che Carrara si verrebbe a trovare senza neppure una struttura ricettiva, senza, cioè, uno straccio di posto dove ospitare turisti e non solo.