In Italia tra 2008 e 2012 le quotazioni delle case sono scese, complessivamente, del 10,4%, del 16,2% in termini reali, ma la corsa al ribasso potrebbe essere finita. Il rapporto tra prezzi e reddito disponibile procapite, che è un indicatore della capacità di spesa delle famiglie, infatti è rimasto nettamente superiore (+9,2% nel 1o trimestre 2012) rispetto alla media di lungo periodo, calcolata a partire dal 1970. Se il valore dell’Italia è quindi 109,2, quello degli Usa è 81,8 dopo un picco…