Calo delle compravendite di case, prezzi degli immobili senza vistose riduzioni, e piu’ difficolta’ di accesso al credito con un aumento della percezione del rischio da parte delle banche: questo, in sintesi, il ritratto del mercato immobiliare italiano nel 2008, tracciato dal centro studi Nomisma che ha analizzato i dati del primo semestre dell’anno.

subprime

Secondo le proiezioni dell’istituto bolognese, nel 2008, si prevede un calo delle compravendite di abitazioni di almeno 80mila unita’ con un meno 10% rispetto all’anno scorso. Una diminuzione, dunque, che si aggiunge a quella gia’ registrata nel 2007 con un calo del 4,6%, che corrisponde a 40mila compravendite di case in meno.