consumatori

Piano famiglia e fondo solidarietà le differenze

2012-11-euro-0Sempre più famiglie rischiano a causa di eventi endogeni imprevisti, come un peggioramento delle condizioni lavorative o di salute, subentrati dopo la stipula contrattuale di non poter più sostenere le rate del mutuo. Per questa ragione l’Abi insieme a 13 associazioni dei consumatori ha rinnovato per la quinta volta il “Piano per le famiglie” che consente a tutti i nuclei in difficoltà di richiedere la sospensione del pagamento della rata del mutuo entro il 31 marzo .

Crisi Immobiliari gli italiani temono di svendere il proprio immobile

L’indagine di Immobiliare.it su come varia la percezione degli Italiani del mercato immobiliare italiano registra, nel terzo trimestre 2012, una situazione di perplessità su tutto il territorio.
La percentuale degli italiani che pensano questo non sia il momento migliore per vendere casa cala leggermente rispetto a tre mesi fa, ma resta comunque alta: il 72% del campione intervistato preferisce tenersi stretto ciò che possiede, temendo di dover svendere pur di chiudere le trattative. Al contempo, torna ai livelli più bassi mai registrati dall’inizio delle rilevazioni la propensione all’acquisto: solo il 45% degli italiani intervistati pensano che sia un buon momento per comprare casa. Il breve salto oltre il 50% registrato a luglio è stato, quindi, solo momentaneo.

Boom dei pignoramenti immobiliari nel 2012

È il drammatico bilancio dei pignoramenti ed esecuzioni immobiliari con cui si concluderà il2012: un vero e proprio boom di provvedimenti, in crescita del 22,8%.
A fare i conti di quanto la crisi economica pesi anche su questo fronte sono Adusbef e Federconsumatori che, in un rapporto elaborato sulla base dei dati raccolti nei principali Tribunali alla data del 30 settembre 2012 e proiettati al 31 dicembre, calcola per quest’anno un aumento dei provvedimenti di 8.512 unità rispetto al 2011.

Iva prima casa in aumento

E’noto che l’agevolazione prima casa per compravendita da impresa costruttrice abbassa, per la famiglia acquirente, l’IVA dal 20% al 4% espressa nella fatturazione del prezzo di compravendita. In momenti difficili come l’attuale l’agevolazione al 4% è un’ ottima boccata di ossigeno per chi compera la sua prima casa da impresa costruttrice. Ora però sappiamo che questa agevolazione, nei termini del 4% anziché al 20%, dovrà variare e, per comprendere meglio, non sarà più il 4 % e, per fortuna neppure il 20, ma una via di mezzo. In sostanza rimarrà ancora in essere una forma agevolativa ma non lo sarà più ai livelli di oggi.

Prezzi in discesa a Bologna, ma crescono gli affitti

L’edizione 2008 dell’osservatorio immobiliare di Bologna e provincia presenta un quadro dei prezzi degli immobili in calo. Contrazione delle movimentazioni (-8%) e diminuzione dei prezzi del 2,2% con picchi del 4,3% per gli immobili da ristrutturare.

Ciononostante cresce la domanda di locazioni (+4%) rispetto a quanto rilevato lo scorso anno, mentre i canoni sono calati del 3,4%. “proprio il calo dei canoni di locazione ha portato un nuovo interesse da parte dei Bolognesi”, ha affermato Stefano Rambaldi.