consumi energetici

Condominio: quote millesimali ed efficientamento energetico

Condominio – quote millesimali – efficientamento energetico

Con l’entrata in vigore il 18 giugno 2013 della Legge n. 220 dell’ 11 dicembre 2012 “Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici”, viene legiferata definitivamente, in materia di efficientamento energetico nei condomìni e l’installazione di impianti energetici da fonti rinnovabili, sulla quota di millesimi necessari in assemblea  sia su parti comuni sia su parti di proprietà privata del singolo condomino.

Osservatorio politiche energetiche

Pubblicato da Terna il Rapporto mensile di settembre 2012 sul sistema elettrico, dal quale risulta in Italia una richiesta di energia elettrica nei primi nove mesi del 2012 in diminuzione del 2,3% rispetto allo stesso periodo del 2011, gli altri dati per lo stesso periodo sono: produzione da idroelettrico -16,2%, da eolico +37,2%, da fotovoltaico +91,3%, da geotermia -1,3%, saldo estero -6,6%.

Opportunità e i vantaggi del mercato della riqualificazione immobiliare

Il 98% degli edifici che saranno presenti tra 50 anni sono già stati costruiti. Si stima che le nuove costruzioni costituiranno solo il 2% sul volume totale del costruito. Ogni anno, la cementificazione divora milioni di ettari di territorio, solamente considerando i dati relativi alla maggior parte delle regioni italiane. Senza considerare la significativa fetta del patrimonio esistente costituita da edifici storici che, ovviamente, vanno tutelati da interventi di riqualificazione. Sono queste le informazioni da cui parte REbuild, la convention nazionale dedicata alla riqualificazione e gestione sostenibile dei patrimoni immobiliari che si terrà dal 17 al 19 settembre a Riva del Garda, per dimostrare la crescente necessità di sviluppare un nuovo futuro per la filiera delle costruzioni. Si tratta di opportunità reali che possono da un lato aiutare il settore immobiliare a uscire dall’attuale situazione di stagnazione e, dall’altro, istituire buone prassi dedicate a garantire un miglior comfort ambientale.

La Certificazione Energetica negli edifici: nuova guida

E’ stata presentata la Guida su “La certificazione energetica degli edifici”, messa a punto da ICMQ e Adiconsum, per la comprensione e l’uso della certificazione energetica per contenere i consumi diminuendo la spesa delle famiglie e delle imprese italiane.
Secondo l’European Insulation Manufacturers Association (EURIMA), il consumo di energia per il riscaldamento (in particolare per quanto riguarda il riscaldamento a pavimento), per l’acqua calda e per il raffrescamento estivo degli edifici rappresenta all’incirca il 40% dei consumi energetici dell’intera Comunità europea.

risparmio-energetico

Da marzo 2007 esiste un accordo che vincola i paesi membri a ridurre entro il 2020 i consumi e le emissioni del 20% rispetto ai livelli del 1990, incrementando al contempo del 20% la produzione di energia da fonti rinnovabili.
L’Italia, paese europeo con il maggiore impiego di energia nel patrimonio edilizio, secondo le stime dell’ENEA, dal 1990 al 2006 ha visto incrementare i consumi energetici del settore civile (residenziale e terziario) di quasi il 2% all’anno.

Allo studio legge su marchio Doc per l’edilizia residenziale

Sette articoli per definire la Denominazione di Origine Controllata per le case. E’ la proposta di legge ”Sistema casa di qualita”’ (n.1952), assegnata in questi giorni alla Commissione Ambiente della Camera.

edifici-eco

Si tratta di un vero e proprio marchio di qualita’ per edifici eco-compatibili che garantira’ la qualita’ dell’edilizia residenziale, certifichera’ la riduzione dei consumi energetici e il comfort di vivibilita’.