crepe

Carrara crepe al Politeama: evacuate case e negozi

Ieri pomeriggio una colonna portante in mattoni del Politeama Giuseppe Verdi di Carrara, di fronte alla biglietteria del teatro, chiuso per inagibilità da anni, ha presentato fessure che lasciavano scampo a poche speranze.

politeama

Sergio Bologna, gestore del Cinema, intorno alle 16, si è accorto della profonda crepa nella colonna ottocentesca rendendola pericolante, ha dato l’allarme ai vigili del fuoco che resisi conto della gravità del problema, che metteva a serio repentaglio la sicurezza dell’intera struttura, hanno transennato la piazza e imposta l’evacuazione dell’edificio.

Nuove case, garanzia di 10 anni.

È sempre piacevole andare ad abitare in un appartamento di uno stabile di nuova costruzione: tutto appare efficiente, gli impianti funzionano perfettamente e la struttura dell’edificio sem bra resistere a ogni intemperia.

garanzia

Il neo-condomino si sente sicuro del fatto che per un po’ di tempo non dovrà sopportare spese condominiali per il rifacimento del tetto, della facciata o dell’impianto di riscaldamento. Questi imprevisti, semmai capiteranno, faranno naturalmente scattare tutte le garanzie da parte dell’impresa costruttrice, garanzie che il proprietario non conosce ma delle quali certamente è al corrente.

Crepe in palazzine nel Massese

Potrebbero essere stati alcuni lavori in un cantiere edile a provocare lo smottamento che ha fatto aprire le crepe in quattro palazzine evacuate l’altra sera nella frazione montana di Castagnetola, sul monte Brugiana, a Massa (Massa Carrara). 

crepa.jpg

Le dieci famiglie che abitavano nelle palazzine sono tutt’ora ospitate da parenti e in un ostello a Marina di Massa.