crisi america

Le banche vendono immobili

resizer.jspHo vissuto una piacevole sensazione di déjà vu mentre scorrevo un articolo pubblicato sull’inserto Casa del Sole 24 ore intitolato “Le banche fanno cassa vendendo il mattone”, dove si racconta del tentativo degli istituti italiani di liberarsi di grosse quantità di beni immobiliari rimasti incagliati.
Infatti mi è tornato in mente un altro articolo, pubblicato sempre sul Sole 24 ore nel lontano 10 agosto 2002, titolato stavolta “Le banche rilanciano il ballo del mattone”. Al di là dei toni, frizzante e ottimista quello del 2002, dimesso e preoccupato quello del 2013, il succo è lo stesso: le banche italiane stanno cercando di liberarsi di quote cospicue di beni immobiliari, come se negli ultimi 11 anni non fosse cambiato nulla. Salvo la domanda: chi compra?

Affondano le speranze di un immediato recupero del mattone u.s.a.

Le speranze di una ripresa del tribolato mercato statunitense sembrano momentaneamente congelate dopo la pubblicazione di una inattesa e brusca caduta delle vendite immobiliari nel mese di maggio (-4,7%).

bandiera_americana-small

l’indice dell’associazione nazionale di agenti immobiliari (nar), che rileva il numero di compromessi tra acquirenti e venditori è sceso dell’88,9% ad aprile e dell’84,7% a maggio.