crisi immobiliare

Crisi Immobiliare una soluzione: le aste online

Close up studio shot of judge's hand with gavelNegli ultimi cinque anni, le compravendite immobiliari si sono ridotte del 46,3 per cento, secondo i dati riportati da Confedilizia. Se nel 2007 infatti le transazioni effettuate erano state 1.055.585,  quest’anno si dovrebbe chiudere, secondo le stime di Confedilizia, con 566.758, ossia quasi la metà.

Patrimoniale sulle ricchezze Immobiliari

patrimoniale-500x290Il segretario del Pd ha lanciato l’idea di introdurre una patrimoniale sulle grandi ricchezze immobiliari per alleggerire l’Imu sulle famiglie meno abbienti. Si applicherebbe agli individui o alle famiglie? Per valori catastali o di mercato dell’immobile è perchè la differenza cambia e non di poco, scopriremo che ci sono più ricchi di quello che sembra ( anche quelli che sghignazzano a questo punto del nostro articolo ora… tremano)?

La seconda rata dell’Imu

Rispetto alla crisi del mercato immobiliare ciascuno ha le proprie interpretazioni, ma nessuno riesce a trovare una soluzione. In questi giorni di ansia sul pagamento della seconda rata c’è chi dà tutta la colpa all’imu e più in generale al governo, o allo stato, che dir si voglia.Il nostro collaboratore Massimiliano Podestà di Realpodestate ci spiega perché le responsabilità della paralisi sono anche di chi ora piange miseria.

Stabilire il prezzo di un immobile

come si stabilisce il prezzo di un immobile? domanda da un milione di dollari, specie in italia, e il nostro esperto massimiliano podestà di realpodestate ci spiega perché esiste quest’anomalia. il risultato è infatti una creatura bifronte: un mercato immobiliare attuale, in cui le case si vendono rapidamente, e uno assurdo, in cui le abitazioni viaggiano nel mondo dei sogni

Crisi Immobiliare…colpa delle banche?

L’attuale continuo ribasso del settore immobiliare – e per certi versi dell’economia generale – è aggravato dalla mancanza di domanda e offerta di credito; le banche sono ancora dubbiose a concedere prestiti mentre la fiducia dei consumatori è debole. Questa settimana vengono pubblicati due dati importanti che serviranno a chiarire le più recenti condizioni del prestito. Martedì 25 settembre usciranno i dati della BBA relativi alle statistiche del prestito di agosto, che indicheranno il prestito al settore immobiliare e al settore delle costruzioni e le approvazioni per l’acquisto di immobili.

Crisi Immobiliare

E’ ufficiale, siamo nel pieno della crisi immobiliare e i prezzi si abbassano. Rispondendo al nostro appello alla responsabilità di tutti i player immobiliari, anche l’autorevole centro studi di Confindustria conferma, dati alla mano, quello che l’Osservatorio immobiliare Fiaip Bergamo sta predicando da almeno tre anni: la ricreazione è finita, l’economia italiana, europea e mondiale è drammaticamente cambiata, la possibilità di spesa e indebitamento delle famiglie si è ridotta, epperciò non possono non scendere i prezzi delle case.

Bolla Immobiliare in Olanda

I Paesi Bassi rischiano di affondare nella peggiore crisi immobiliare dopo quella spagnola. E, in vista delle elezioni, voltano le spalle all’austerità tedesca

Ricordate il crollo del settore immobiliare in Spagna, nel 2008? Si sta ripetendo ora nella virtuosa e rigorista Olanda. Il Koninklijke Bam Groep, principale costruttore olandese, si aspetta un calo dei prezzi delle case del 25-30 per cento fra 2012 e 2013. «Sarà un tonfo che ci porterà molto vicino al fondo» ha sintetizzato l’amministratore delegato del Bam, Nico de Vries, che si attende una ripresa «non prima del 2015».

La crisi colpirà anche l’Olanda

La crisi immobiliare continua a colpire tutta l’Europa, e dopo Irlanda e Spagna, pare sia il turno dei Paesi Bassi. A lanciare l’allarme è il principale operatore immobiliare del Paese, il Royal BAM Group, che nel corso della presentazione dei dati del primo semestre 2012 ha registrato una perdita netta di 251 milioni di euro, con la previsione di bloccare, se non addirittura cancellare progetti di sviluppo – non solo immobiliari, ma anche di infrastrutture – compresi tra 1,49 e 1,27 miliardi di euro. La ripresa? Non prima del 2015.

Crisi immobiliare: aumentano i pignoramenti – famiglie in difficoltà

Crisi immobiliare: dal 2008 ai primi sei mesi del 2011, ultimo dato disponibile dal ministero della Giustizia, i pignoramenti immobiliari sono cresciuti del 13%, mentre i pignoramenti del 2011 sono stati +18% rispetto all’anno precedente, all’ incirca più di 44.000.

Rallenta la caduta del mercato immobiliare

Rallenta la caduta del mercato immobiliare: nel 3/o trimestre ha segnato un calo dell’11,3% con un numero di compravendite a quota 290.221. E’ quanto emerge dalla nota trimestrale presentata oggi dall’Agenzia del Territorio.

house-puzzle
Il calo dell’ultimo trimestre e’ lievemente minore rispetto a quello del 2/o trimestre, che ha visto una riduzione del 12,3%. Al Nord (-14,7%) la flessione e’ stata quasi doppia rispetto a quella registrata al Centro (-8,2%) e al Sud (-6,6%).

Fonte: Ansa