E’ quanto ha stabilito una nota della Direzione centrale cartografia, catasto e pubblicita` dell`agenzia del Territorio, emessa il 26 settembre scorso.    Gli impianti – si legge nella nota – si accertano nella categoria D/1 Opifici e nella determinazione della relativa rendita catastale devono essere inclusi i pannelli fotovoltaici.

La presa di posizione della Direzione fa chiarezza su un aspetto rilevante per un numero crescente di operatori. Grazie soprattutto al meccanismo di incentivazione della produzione di elettricita` da fonte solare, si stima che in Italia negli ultimi anni siano stati installati circa 8,030 impianti di produzione di energia, per una potenza complessiva di oltre 83 megawatt.