edilizia popolare

Mercato Immobiliare: prezzi delle case ancora troppo alti

Mercato Immobiliare 2013

Secondo fonti dell’Istat, nel primo trimestre di quest’anno, il calo dei prezzi delle abitazioni avrebbe segnato un 5,7% di calo rispetto all’anno precedente, valore che pare essere sovrastimato e la profonda crisi del mercato immobiliare lo conferma.

Aliquote Imu troppo alte e rendite catastali ferme ad anni 60

A Roma le aliquote IMU sono troppo alte e le rendite catastali ferme alle valutazioni degli Anni ’60.  E’ quanto emerso dal Convegno “Tasse locali e sprechi nazionali: quale futuro per Roma Capitale e l’Italia”. L’incontro si è svolto venerdì scorso a Roma, presso la Sala Consiliare del Sesto Municipio. Presieduto da Italo Intino, Presidente del Centro Studi organizzativi del Prenestino e da sempre attento osservatore delle dinamiche socio-economiche del territorio, al dibattito hanno preso parte Bruno Astorre, Consigliere regionale del Partito Democratico, Alfredo Ferrari Vicepresidente della Commissione Bilancio di Roma Capitale, e Giammarco Palmieri, Presidente del Sesto Municipio.

CASA: MATTEOLI, AL VIA FONDI

Al via il sistema dei fondi immobiliari destinato a mobilitare investimenti nazionali e locali fino a sette miliardi di euro. L’obiettivo – dice il ministero delle Infrastrutture – e’ quello di realizzare 100.000 nuovi alloggi di edilizia popolare in 5 anni.


E’ di prossima emanazione inoltre, anticipa Matteoli, un altro decreto che destinera’ circa 377 milioni di euro per finanziare progetti di edilizia abitativa per i ceti medio-bassi.
Fonte: Ansa

Spagna: crollano le vendite degli immobili

In Spagna le compravendite di alloggi sono crollate del 34,3% a maggio rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, secondo i dati pubblicati dall’istituto nazionale di statistica (ine). l’usato fa registrare addirittura un -43,6%, le compravendite relative all’edilizia popolare sono scese del 38,9%, mentre più lenta la caduta del mercato delle nuove costruzioni, che fa segnare un -21%.

CB013134

I prezzi delle case hanno già imboccato la china discendente e secondo la societa’ immobiliare spagnola colonial i valori potrebbero scendere in termini reali del 30% nei prossimi anni. il ministro dell’economia spagnolo, perdro solbes riconosce la fragilità dell’economia iberica, ma per il momento il governo non prevede alcun tipo di azione per aiutare il settore depresso in particolare da 1,5 milioni di nuove case rimaste invendute dopo la forte espansione del settore delle costruzioni che ha caratterizzato l’economia spagnola negli ultimi anni.