edilizia residenziale

Prima casa e Iva in aumento

E’noto che l’agevolazione prima casa per compravendita da impresa costruttrice abbassa, per la famiglia acquirente, l’IVA dal 20% al 4% espressa nella fatturazione del prezzo di compravendita. In momenti difficili come l’attuale l’agevolazione al 4% è un’ ottima boccata di ossigeno per chi compera la sua prima casa da impresa costruttrice.

Iva prima casa in aumento

E’noto che l’agevolazione prima casa per compravendita da impresa costruttrice abbassa, per la famiglia acquirente, l’IVA dal 20% al 4% espressa nella fatturazione del prezzo di compravendita. In momenti difficili come l’attuale l’agevolazione al 4% è un’ ottima boccata di ossigeno per chi compera la sua prima casa da impresa costruttrice. Ora però sappiamo che questa agevolazione, nei termini del 4% anziché al 20%, dovrà variare e, per comprendere meglio, non sarà più il 4 % e, per fortuna neppure il 20, ma una via di mezzo. In sostanza rimarrà ancora in essere una forma agevolativa ma non lo sarà più ai livelli di oggi.

Iva in aumento per la prima casa

E’noto che l’agevolazione prima casa per compravendita da impresa costruttrice abbassa, per la famiglia acquirente, l’IVA dal 20% al 4% espressa nella fatturazione del prezzo di compravendita.

Carrara: Bando Alloggi 2009

In attuazione della delibera di Giunta Comunale n. 601 del 20/11/2009 è indetto un concorso pubblico finalizzato alla formazione di una graduatoria inerente l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (E.R.P.) che si renderanno disponibili nel Comune di Carrara, salvo eventuali riserve di alloggi previste dalla Legge regionale n. 96.

carrara.thumbnail
REQUISITI PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO

I requisiti necessari per partecipare al bando di concorso sono i seguenti:
•Essere cittadino italiano o di uno Stato aderente all’Unione Europea in possesso di attestazione di soggiorno. I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea titolari di carta di soggiorno e i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea regolarmente soggiornanti in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo hanno diritto di accedere, in condizioni di parità con i cittadini italiani, agli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

Piano Casa Berlusconi firma il Decreto

Un intervento da 550 milioni: 150 ai fondi, investimenti per 3 miliardi di euro
“Con la firma del decreto da parte del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, si conclude l’iter procedurale per il concreto avvio del Piano Casa, che si prefigge l’obiettivo di realizzare centomila alloggi in 5 anni”.

berlusconi-silvio-001

A comunicarlo il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. La firma al decreto presidenziale fa seguito al parere favorevole sul piano espresso dalla Conferenza unificata Stato-Regioni e dal Cipe. “Il governo- dichiara Matteoli- ha mantenuto un altro impegno del programma elettorale”.

Allo studio legge su marchio Doc per l’edilizia residenziale

Sette articoli per definire la Denominazione di Origine Controllata per le case. E’ la proposta di legge ”Sistema casa di qualita”’ (n.1952), assegnata in questi giorni alla Commissione Ambiente della Camera.

edifici-eco

Si tratta di un vero e proprio marchio di qualita’ per edifici eco-compatibili che garantira’ la qualita’ dell’edilizia residenziale, certifichera’ la riduzione dei consumi energetici e il comfort di vivibilita’.

Graduatoria provvisoria relativa all’assegnazione di 20 alloggi a Bonascola

In riferimento al bando pubblico per l’assegnazione di n. 20 alloggi in loc. Bonascola, a canone agevolato ai sensi della Legge 431 del 09.12.1998, nell’ambito del programma sperimentale di edilizia residenziale denominato “ 20.000 abitazioni in affitto”- Piano Operativo Regione Toscana- è stata adottata la graduatoria provvisoria che, a far data dal 16 maggio, è pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per trenta giorni consecutivi.

chiavi-casa-medium

Entro i 30 giorni di pubblicazione della graduatoria provvisoria all’Albo Pretorio, gli interessati potranno presentare eventuali opposizioni al Comune.
La Commissione deciderà sulle opposizioni e formulerà la graduatoria definitiva.

Graduatoria