Non ha trovato in giurisprudenza alcun precedente utile ma l’avvocato Antonio Francesconi sta ancora valutando la possibilità di rivolgersi al tribunale di Spoleto per chiedere l’annullamento dell’acquisto di un casale da parte di un suo cliente il quale sostiene che l’ edificio è infestato dagli spiriti.

fantasma1.jpg

Vicenda sulla quale ha preso posizione oggi anche la diocesi spoletina escludendo che lì si sia mai svolto alcun esorcismo. Al centro della storia uno stabile di circa 200 metri quadrati su due piani, con oltre tremila metri di terreno annesso, a Santo Chiodo di Spoleto.