idrogeologico

Ance. Ddl Stabilità: per il 2013 produrrà un ulteriore effetto depressivo sul settore

Si è svolta il 24 ottobre l’audizione di Ance, Associazione nazionale costruttori edili, e presso le Commissioni Bilancio della Camera dei Deputati e del Senato sui contenuti dei documenti di bilancio che compongono la manovra economica, concernenti le “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (Legge di stabilità 2013) (DDL 5534-bis/C) e il “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2013 e per il triennio 2013-2015” (DDL 5535/C).

Osservatorio: approvato regolamento in Basilicata

Una banca dati utile alle amministrazioni per la rilevazione dei bisogni, elaborazione delle politiche settoriali e monitoraggio della loro difesa
È stato approvato all’unanimità il regolamento che disciplinerà l’Osservatorio regionale edilizia e lavori pubblici (O.R.E.L.P.), organismo che avrà sede presso il dipartimento regionale alle Infrastrutture, Opere pubbliche e Mobilità.

Messina: stop al pagamento di imposte e mutui

Il premier ha confermato “uno stop al pagamento di imposte e tasse e dei mutui: nessun cittadino colpito da queste tragedie naturali può dire di essere stato abbandonato”. ”Non possiamo più tollerare alcun abuso o abusivismo edilizio – ha rimarcato da parte sua il governatore siciliano Raffaele Lombardo – Dobbiamo imboccarci le maniche, invertire la tendenza, essere inflessibili, demolire quello che non è stato demolito”.

messinaVF1--400x300

Il presidente della Regione Siciliana si è quindi impegnato a ”combattere il clientelismo criminale”. ”Esiste un clientelismo che, ad esempio con le demolizioni mancate, può portare a eventi drammatici come quelli che hanno fatto perdere la vita a 23 persone”, ha aggiunto.

Lombardo ha anche annunciato il ritiro del disegno di legge sul piano case in Sicilia ”che giace da qualche mese all’Assemblea regionale siciliana”. ”Non potrà che essere rivisto, lo ritireremo e lo rivedremo” ha detto il presidente della Regione siciliana.

La Spezia, abuso edilizio, sacerdote nei guai

Sette caseggiati riadattati per ospitare i membri di un’associazione religiosa, “I ricostruttori di San Venerio”, hanno fatto finire nei guai i rappresentanti legali dell’associazione e il parroco di Maissana: non hanno chiesto il permesso per edificare quelle costruzioni, costruite non solo in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico ma anche in un punto particolarmente a rischio dal punto di vista sismico e idrogeologico.

2005_difesadelterritorio

La vicenda è stata scoperta dai carabinieri di Varese Ligure che, oltre al sacerdote e al presidente dell’associazione spirituale, hanno denunciato alla magistratura spezzina per concorso in abuso edilizio una terza persona: il direttore dei lavori.