imposta di registro

Ance. Ddl Stabilità: per il 2013 produrrà un ulteriore effetto depressivo sul settore

Si è svolta il 24 ottobre l’audizione di Ance, Associazione nazionale costruttori edili, e presso le Commissioni Bilancio della Camera dei Deputati e del Senato sui contenuti dei documenti di bilancio che compongono la manovra economica, concernenti le “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (Legge di stabilità 2013) (DDL 5534-bis/C) e il “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2013 e per il triennio 2013-2015” (DDL 5535/C).

Cessione immobili no all’imposta del registro

La società ricorrente e protagonista della controversia ha acquisito diritti di proprietà perfezionati con l’acquisto vero e proprio di beni immobili. Tali beni consistevano in fabbricati commerciali in corso di ristrutturazione, per trasformazione in un nuovo immobile, il cui completamento veniva eseguito proprio dalla società acquirente.

Sunia: 40% affitti in nero

Il 40% dei contratti d’affitto in Italia sfugge al fisco, per un evasione da 3,5 mld di euro. Emerge da un’indagine del Sunia. Secondo il sindacato l’evasione nel settore abitativo coinvolge circa 1.500.000 case in tutto il Paese con 13 miliardi di imponibile che rimangono sommersi, per una perdita, appunto, di 3,5 miliardi d’imposta.

affittasi-1

A questi, si aggiungono altri 300 milioni di euro di imposta di registro evasa. Le citta’ nella top ten degli affitti in nero: Milano, Genova, Roma.

Fonte: Ansa

Nuova risoluzione Agenzia delle Entrate: Imposte di registro e Ipotecarie

Se al momento della stipula del rogito notarile per l`acquisto di un`abitazione da parte di un privato non viene espressamente richiesta l`applicazione del cd.“prezzo-valore“ (base imponibile pari al valore catastale dell`immobile), si applica la tassazione ordinaria, basata sul prezzo di compravendita dell`immobile.

penna
A tal fine, si esclude la possibilità per l`acquirente di presentare successivamente un atto integrativo per accedere ai benefici del “prezzo-valore“. Questo quanto chiarito dall`Agenzia delle Entrate attraverso la Risoluzione Ministeriale n. 145/E del 9 giugno 2009.

Registrazione dei contratti di locazione

L’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento del Direttore del 6 ottobre 2008 ha fornito indicazioni relative a modalità e termini di adempimenti e versamento dell’imposta di registro per la registrazione telematica dei contratti di locazione esenti da IVA, secondo quanto previsto dall’art. 82 del D.L. 112/2008.

Il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, in vigore dal 6 ottobre scorso, stabilisce le modalità di esecuzione degli adempimenti ai fini dell’applicazione delle imposte indirette, così come previsto dall’art. 82, commi 14 e 15, del D.L. 26 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, con la Legge 6 agosto 2008, n. 133. In particolare, è previsto che:
– la registrazione dei contratti di locazione in corso al 25 giugno 2008 e di quelli stipulati dal 26 giugno 2008 al 6 ottobre 2008, può essere effettuata attraverso la trasmissione telematica dei soli dati del contratto, cioè omettendo l’allegazione del testo del contratto di locazione;

Calcola il costo dell’atto Notarile

Vi segnalo il sito del Collegio Notarile dei Distretti riuniti di Como e Lecco, dove è possibile calcolare le Tariffe Notarili.

Le Tariffe non sono comprensive di imposte di registro, bolli, emolumenti conservatoria, tasse archivio, visure ipo-catastali, iva al 20% sul compenso notarile.  E’ possibile calcolare le Tariffe per:

Rendite, vitalizi e usufrutti, adeguati i moltiplicatori

E’ stato pubblicato in G.U. il DM con le nuove modalità di calcolo per delle rendite, vitalizi ed usufrutti. Attraverso il Decreto del Ministero dell’Economia del 07 gennaio 2008, pubblicato sulla gazzetta ufficiale n° 9, si è provveduto all’adeguamento della modalità di calcolo dei diritti di usufrutto a vita e delle rendite o pensioni ai fini dell’imposta di registro e di imposta sulle successioni e donazioni. 

calcolatrice.jpg

Le nuove modalità di calcolo si applicano agli atti pubblici, agli atti giudiziari e alle scritture private autenticate e non presentate per la registrazione a decorrere dal 01 gennaio 2008. Stessa  decorrenza anche per le successioni apertesi e per le donazioni fatte a decorrere sempre dal 01 gennaio 2008.