iva 10%

Iva al 10% per alcuni lavori di risanamento

Possono usufruire dell’Iva al 10% alcuni lavori di restauro e risanamento conservativo, come le ristrutturazioni nei centri storici dei Comuni. Così l’Agenzia delle Entrate con la    Risoluzione 41/E   del 17 febbraio scorso, che ha stabilito la possibilità di dimezzare l’imposta sul valore aggiunto solo per alcuni interventi e non per la generalità dei lavori, come invece auspicato dalle associazioni del settore costruzioni.

iva
Il Dpr 633/1972 prevede l’applicazione dell’Iva al 10% a favore di interventi di restauro e risanamento conservativo, utili a conservare la funzionalità degli edifici, di ristrutturazione edilizia, per la trasformazione della struttura preesistente, e di ristrutturazione urbanistica, che apportano modifiche a lotti, isolati e rete stradale.

La detrazione del 55% Irpef è compatibile con l’Iva al 10%

La detrazione del 55% per interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti è di per sé compatibile con l’applicazione dell’aliquota Iva ridotta, fermo restando che devono essere verificati i presupposti specificamente richiesti per l’applicazione dell’ Iva agevolata.

cantiere.jpg