seconde case

Confedilizia: Imu devasta il mercato immobiliare

Denuncia del presidente di Confedilizia Corrado Sforza Fogliani: “Grazie al fisco ormai non conviene più investire in immobili”. Secondo le statistiche rilevate dall’Agenzia del territorio, il crollo nel 2012 sulle compravendite è stato del 24,8%, con un calo dei prezzi, evidenziato dall’Istat, del 2,7%.

Immobili: vendite in calo ma i prezzi non scendono

Nel secondo trimestre 2012 l’Agenzia del territorio ha registrato una diminuzione del 25% nella copravendita di case
Con la seconda nota trimestrale l’Agenzia del Territorio ha rilevato che nel secondo trimestre 2012 continua e si accentua il calo registrato per il mercato immobiliare italiano.

Imu e seconda casa

Aggirare il pagamento dell’IMU sulle seconde case sarà molto più difficile. A confermarlo è stata una recente circolare diramata dal ministero dell’Economia, che apporta una vistosa stretta nei confronti di quei nuclei familiari proprietari di più immobili, che in passato hanno sfruttato le “lacune” interpretative dell’ICI per ottenere un indebito sconto patrimoniale.

IMU: si pagherà il doppio della vecchia ICI

La nuova IMU ex ICI, peserà almeno il doppio ( +50% ) sugli immobili, si salvano solo le prime case abitate di chi ha figli a carico.

Entro il 16 giugno andrà pagata la prima rata dell’Imu, la prima rata sarà relativamente bassa, intorno al 4 per mille, mentre la seconda rata, quella di dicembre, sarà molto più elevata, nel frattempo i Comuni devono stabilire quanto prenderanno di “addizionale”.

Cresce la domanda per le seconde case, Puglia e Sicilia al Top

Crisi o non crisi, l’acquisto della casa al mare, all’avvicinarsi dell’estate, sembra non passare mai di moda. A mutare semmai è la geografia delle preferenze.

sardegna

E’ quanto rivela Immobiliare.it, uno dei siti noti per gli annunci di settore, secondo il quale le mete più gettonate sono la Puglia – soprattutto le zone del Gargano e del Salento, che hanno fatto registrare rispettivamente un incremento del +17% e +13% nelle richieste di acquisto di seconde case – e la Sicilia, con Messina, Catania e Siracusa e tutta la costa Orientale (dove si registrano aumenti che variano dal +9% al +11%).