settore residenziale

Crolla il mercato immobiliare e diminuiscono i mutui

img.phpL’autunno porta con sé un nuovo tonfo per il mercato degli immobili. Dai dati dell’Agenzia del territorio emerge una netta flessione nel terzo trimestre di quest’anno. Analizzando le differenti aree geografiche, il Nord e il Centro mostrano perdite superiori rispettivamente con un -28,2% e un -29,6%.
Il crollo delle compravendite di abitazioni, registrata nel terzo trimestre 2012 a livello nazionale, si evidenzia anche nelle maggiori otto città italiane. Con un numero di transazioni pari a 15.154, le grandi città registrano complessivamente un tasso pari a -24,0%. Si conferma e si accentua, quindi, il trend decrescente rilevato con i tassi negativi del primo e del secondo trimestre dell’anno.

I mutui diminuiscono e il mercato immobiliare è in forte calo

Nuova netta flessione per il mercato immobiliare italiano. Nel terzo trimestre il tasso tendenziale annuo del volume di compravendite ha segnato un calo del 25,8%. Si tratta del numero minimo di transazioni registrate in un terzo trimestre dal 2004, peggiorando il dato del terzo trimestre 2010.

Questi i dati rilasciati oggi dall’Agenzia del Territorio. Il settore residenziale, che con 95.951 transazioni registrate nel terzo  trimestre rappresenta il 45% circa dell’intero mercato immobiliare, mostra un pesante calo degli scambi pari al -26,8%. Continua anche la contrazione degli scambi nei settori non residenziali, con il segmento del commerciale che perde il 29,7% delle transazioni, seguito dal terziario con -27,6% e infine dal settore produttivo con -25,9%.

Messina: compravendite immobiliari

La crisi investe ormai molti settori dell’economia italiana, particolarmente colpito risulta il comparto degli scambi immobiliari residenziali, un calo legato a vari fattori quali la congiuntura economica ed occupazionale, il crollo nell’erogazione dei mutui, l’enorme quantità di case invendute e dei pochi clienti disposti ad acquistare oltre all’introduzione dell’IMU.

Immobili: vendite in calo ma i prezzi non scendono

Nel secondo trimestre 2012 l’Agenzia del territorio ha registrato una diminuzione del 25% nella copravendita di case
Con la seconda nota trimestrale l’Agenzia del Territorio ha rilevato che nel secondo trimestre 2012 continua e si accentua il calo registrato per il mercato immobiliare italiano.

Italiani cercano il vero affare

Il mercato immobiliare in Italia sta vivendo, come sottolineano anche i recenti dati dell’Agenzia del Territorio, una forte fase di contrazione, con un calo degli scambi nel settore residenziale pari al –25,3% rispetto al II trimestre 2011.
Alla luce di queste informazioni, Casa.it (www.casa.it), il portale immobiliare con oltre 700.000 annunci e più di 4.700.000 di Utenti Unici al mese, ha voluto sondare le intenzioni d’acquisto degli italiani e ha posto ai suoi utenti una semplice domanda: “Considerando l’attuale situazione economica, è un buon momento per pensare di acquistare un immobile?” La maggioranza degli intervistati ha risposo con un eloquente “Sì, ma solo se trovo un vero affare”.

Scopri chi compra casa

Per riuscire a vendere un immobile in un mercato sempre più competitivo è una buona idea conoscere perfettamente le caratteristiche di chi alla fine le case le compra.

Nota Trimestrale sul mercato immobiliare 1° Trimestre 2009

Da oggi è disponibile sul sito internet dell’Agenzia del Territorio la nota trimestrale, che fornisce una breve sintesi sull’andamento dei volumi delle compravendite effettuate in Italia nel corso del primo trimestre 2009, messi a confronto con i dati dello stesso periodo nel 2008.

agenzia_territorio1-500x161

Clicca qui per il comunicato stampa

Clicca qui per la Nota Trimestrale