transazioni

Report Immobiliare 2012

Fiaip: “Solo la stabilita’ politica ed economica rendera’ possibile l’inizio di una lenta ripresa nel secondo semestre 2013”

Risultati delle rilevazioni FIAIP sull’andamento del mercato immobiliare urbano 2012 e scenari di mercato per il 2013

“La crisi c’è, ma basta con il terrorismo mediatico sulla casa. In Italia non ci sarà nessuna bolla immobiliare.”

Crolla il numero delle compravendite nel 2012: – 17,22%
Forte diminuzione dei prezzi delle abitazioni – 11,98% e delle locazioni – 5,60 %.
Il mattone continua a garantire il rendimento a medio-lungo termine + 4%

Bolla Immobiliare Italiana

bolla_0La Spagna ha mostrato tutta la sua fragilità finanziaria nel momento dello scoppio della bolla speculativa legata agli immobili. Se tale bolla non è da considerarsi l’unico fattore che ha dato il via all’aggravarsi della Crisi, sicuramente può esser stata la “goccia” che ha fatto traboccare il vaso.
Claudio Scardovi, managing director della AlixPartners, ha parlato a Reuters circa la situazione italiana.

Il Rapporto Prepagate di Of-Osservatorio finanziario

classifiche_prep_10Arriva il X Rapporto Prepagate 2013 di Of-Osservatorio finanziario. E per la prima volta si divide in due. Premiate, infatti, la miglior ricaricabile standard (Of-MigliorPrepagata) e la miglior carta prepagata con Iban (Of-MigliorCartaConto). Un 2012 aldilà delle attese, con un numero di ricaricabili che supera quello delle carte di credito e un boom delle transazioni effettuate. E per il futuro? Sono attese community, sconti, offerte, e-commerce, e prestiti. Ecco il punto sulla situazione attuale. E le aspettative per il prossimo anno

Berlusconi e la restituzione Imu

660-0-20130204_051103_A1BD21A1Quanto sono credibili gli annunci di Berlusconi sull’Imu? La Repubblica lo ha chiesto ai sondaggisti. Spiega Nicola Piepoli che la proposta berlusconiana è stata formulata in maniera pratica con una serie di dettagli che mirano ad aumentare la credibilità. Secondo Fabrizio Masia, di Emg, non si può ancora dire quanto la proposta possa spostare voti, ma di sicuro non porta via consensi acquisiti finora.

Messina: compravendite immobiliari

La crisi investe ormai molti settori dell’economia italiana, particolarmente colpito risulta il comparto degli scambi immobiliari residenziali, un calo legato a vari fattori quali la congiuntura economica ed occupazionale, il crollo nell’erogazione dei mutui, l’enorme quantità di case invendute e dei pochi clienti disposti ad acquistare oltre all’introduzione dell’IMU.

Catasto Immobiliare in Albania

Stop alla carta, l’Albania punta sul catasto digitale: migliaia di documenti di proprietà immobiliare (case, terreni agricoli e imprese) e i registri immobiliari saranno scansionati, catalogati e archiviati digitalmente, per costituire la base del primo Catasto Immobiliare nazionale, realizzato dall’Ufficio Centrale di Registrazione della Proprietà Immobiliare (IPRO) del Ministero della Giustizia albanese.

Possibili nuove tasse dal governo Monti

Il Cdm ci sara’ domani ma arrivano gia’ le richieste dei partiti al premier Mario Monti che si appresta a mettere mano alla spending review. Operazione che ha l’obiettivo di evitare l’aumento dell’Iva, innanzitutto. E poi reperire fondi per qualche misura di crescita. Sempre tenendo fermo l’obiettivo del pareggio di bilancio. E dai partiti arrivano suggerimenti, proposte e ciascuno pianta i suoi paletti. Persino la Bce che ha fatto sapere di guardare con attenzione alla spendig review ‘consigliando’ l’accorpamento delle province come misura di contenimento della spesa.

Le abitazioni ad alta efficienza energetica non fanno decollare il mercato immobiliare

Le abitazioni ad elevata efficienza energetica ancora non riescono a trainare la ripresa del settore immobiliare: come l’anno scorso solo il 9-10% delle richieste degli acquirenti sembra interessato a questo aspetto.

Al momento, però, le previsioni sostengono che i prezzi delle case non torneranno a crescere fino al 2012, il pessimismo degli operatori perdura e la ripresa va decisamente a rilento, in Italia, rispetto agli altri Paesi.

PREZZI CASE ANCORA IN CALO

Con la crisi i prezzi delle case a Roma e Milano sono scesi nell’ ultimo anno e mezzo di circa il 9%. Lo afferma uno studio di Gabetti. Il calo e’ proseguito anche nell’ultimo semestre del 2009: -2,6% nel capoluogo lombardo, -3,2% nella capitale.

Secondo la ricerca, in tutta Italia si assiste ancora a un ridimensionamento sensibile del numero di transazioni. Tengono meglio le zone semicentrali servite, mentre in quelle periferiche c’e’ un eccesso di offerta.
Fonte: Ansa

Gabetti in forte calo. Pesa l’empasse del mercato immobiliare

L’empasse che sta attraversando il mercato immobiliare, primo fra tutti lo sgonfiamento delle vendite oltreoceano, si riflette sui gruppi del real estate italiano.

gabetti

Tra le prime vittime rientra anche Gabetti Property Solutions, che nella propria semestrale ha messo in evidenza che l’attuale difficile situazione macroeconomica lascia trasparire una probabile ulteriore riduzione del numero delle transazioni intermediate e un probabile progressivo allungamento dei tempi medi di vendita.