La rata del mutuo di fine giugno dovrà essere pagata regolarmente, solo a partire dal 31 luglio le imprese potranno beneficiare della sospensione di mutui e per un anno dopo l’ siglato con la Regione Toscanae a cui hanno aderito quindici banche tra cui la Cassa di Risparmio di Carrara.

mutuo-1-casa1

«Per questioni tecniche — spiega il dottor Paolo Cirelli, direttore commerciale della CrC — non è possibile inserire nell’accordo le rate dei mutui in scadenza al 30 giugno prossimo».
«STIAMO adeguando i sistemi informatici per gestire i nuovi e contiamo di essere operativi per il 31 luglio. In pratica i che non hanno garanzie ipotecarie e che hanno scadenza mensile, potranno essere sospesi per un anno a partire da questa data. Chi ha la rata in scadenza al 31 luglio, la pagherà il 31 luglio del 2010, quella del 31 agosto slitterà al 31 agosto sempre del 2010 e via dicendo. Resterà bloccata la quota capitale mentre le imprese pagheranno solo gli interessi del debito residuo. Però ci saranno tre vincoli: primo l’azienda deve avere la sede legale in Toscana, secondo deve essere in bonis col sistema bancario e non in sofferenza e terzo occorre essere in pari con il rimborso del mutuo. Le domande — aggiunge il dottor Cirelli — saranno oggetto di una istruttoria da parte nostra e quindi si concederà o meno la sospensione. Le domande dovranno pervenire entro il 31 dicembre 2009. Ricordiamo che l’accordo con la Regione Toscana è stato siglato lo scorso 17 giugno per cui era impossibile attivare subito le procedure. Non vogliamo certo rischiare di far apparire insolventi quelle imprese che accedono a questo accordo».
Ma quante imprese saranno interessate all’accordo?
«Per ora non abbiamo domande, posso solo dire che sono molte le imprese che finanziamo con mutui chirografari e ipotecari. Prevediamo una massiccia richiesta per “congelare” i mutui per un anno». Per le imprese che invece hanno accesi leasing beneficeranno della Fidi Toscana. Anche in questo caso occorrerà rispettare i tre parametri elencati dal direttore commerciale della CrC. L’intesa avrà validità fino al 31 dicembre 2009 e non è escluso che l’accordo sia rinnovato per un altro anno.

Fonte: La Nazione