I contratti di di urbani, di qualsiasi ammontare, purche’; di durata superiore ai 30 giorni complessivi nell’anno, devono essere registrati.

soldi.jpg

La va effettuata entro 30 giorni dalla data di stipula del contratto (o dalla sua decorrenza, se antecedente) presso gli uffici locali dell’Agenzia delle Entrate, dopo aver provveduto al versamento sell’imposta di registro.A meno che non si sia obbligati (possessori di almeno cento immobili), si può anche scegliere di registrare i contratti in via telematica: in questo caso il pagamento delle imposte è contestuale alla registrazione del contratto.

LA REGISTRAZIONE TELEMATICA

La procedura di registrazione telematica dei contratti di locazione è:

OBBLIGATORIA PER CHI POSSIEDE ALMENO 100 IMMOBILI

FACOLTATIVA PER TUTTI GLI ALTRI CONTRIBUENTI

Essa consente il contestuale pagamento on-line delle imposte di registro, di bollo e di eventuali interessi
e sanzioni.

La registrazione e il pagamento possono essere realizzati:

  • direttamente dal contribuente;
  • tramite intermediario abilitato (commercialisti, Caf, agenzie immobiliari, organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori, consulenti del lavoro, ecc.);
  • da un soggetto delegato, avente adeguata capacità tecnica, economica, finanziaria e organizzativa.

Chi vuole ricorrere alla registrazione via internet deve, per prima cosa, richiedere l’abilitazione al servizio telematico Fisconline ovvero al servizio telematico Entratel.

L’accesso al servizio Fisconline, riservato a tutti i contribuenti non obbligati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali e ai soggetti che presentano la dichiarazione dei sostituti d’imposta per meno di 20 percipienti, avviene tramite un codice personale riservato (codice Pin).

Viceversa, i soggetti che presentano la dichiarazione dei sostituti d’imposta per più di 20 percipienti e gli intermediari devono richiedere i codici di autenticazione per l’utilizzo del servizio Entratel (per informazioni su come chiedere l’abilitazione ai servizi telematici si veda la tabella di fine capitolo).Il servizio ‘Fisconline’
Una volta ottenuto il codice Pin, l’utente scarica dal sito internet dell’Agenzia delle Entrate un software gratuito che gli consente:

  • di predisporre il file da inviare;
  • di trasmetterlo in tutta sicurezza (infatti, l’applicazione consente di verificare la provenienza dei dati, di trattarli in modo che possano essere letti soltanto dall’Agenzia, nonche’; di controllarne l’aderenza alle specifiche tecniche approvate, segnalando immediatamente eventuali difformità che potrebbero impedire il buon esito della registrazione);
  • di effettuare il pagamento dell’imposta di registro.

La registrazione si considera effettuata nel giorno in cui i dati trasmessi pervengono correttamente all’Agenzia delle Entrate.

Per ottenere maggiori dettagli sulla procedura telematica è possibile consultare la ‘guida in linea’ disponibile all’interno del software ‘Contratti di locazione’.

[Fonte: Agenzia delle Entrate]