23 Aprile 2024
coppia giovani bonus prima casa

Il Bonus Prima Casa Under 36 è un’iniziativa governativa finalizzata a favorire l’acquisto di abitazioni da parte dei giovani di età inferiore ai 36 anni, sia singoli che coppie.

Questo provvedimento è stato introdotto con il Decreto Sostegni-bis 73/2021, diventando operativo dal 26 maggio 2021. La sua proroga fino al 31 dicembre 2023 ha suscitato notevole interesse tra i potenziali acquirenti. In questa esplorazione, analizzeremo nel dettaglio il funzionamento del Bonus Prima Casa Under 36, le sue agevolazioni, le novità per il 2023 e i requisiti per accedervi.

Funzionamento del Bonus Prima Casa Under 36

Il Bonus Prima Casa Under 36 spicca per l’esenzione dalle imposte ipotecarie e catastali, oltre a semplificare l’accesso al Fondo di Garanzia per la prima casa. Queste agevolazioni sono state pensate per promuovere l’indipendenza abitativa tra i giovani, incoraggiandoli ad acquistare una residenza principale. È fondamentale notare che tali benefici si applicano all’immobile designato come “prima casa” e alle sue pertinenze, come il box e le cantine.

Novità e Proroga del Bonus Prima Casa Under 36 per il 2023

Una delle notizie più rilevanti riguardo al Bonus Prima Casa Under 36 è la sua proroga fino alla fine del 2023. Questa estensione offre un’opportunità preziosa ai giovani acquirenti, poiché possono ancora beneficiare di queste agevolazioni. Per essere idonei, i potenziali beneficiari devono soddisfare determinati requisiti, tra cui:

  1. Un’età inferiore a 36 anni al momento dell’atto di acquisto.
  2. Un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) in corso di validità che non superi i 40.000 euro.
  3. La stipulazione dell’atto di acquisto tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2023.

Agevolazioni del Bonus Prima Casa Under 36

l Bonus Prima Casa Under 36 offre agevolazioni suddivise in due categorie principali:

Accesso al Credito

Il Decreto Sostegni-bis ha previsto agevolazioni relative al Fondo di Garanzia per la prima casa, con una proroga fino al 30 settembre 2023. Questo decreto semplifica l’accesso al fondo, riducendo i requisiti di selezione. Lo Stato fornisce una garanzia fino all’80% sull’importo dell’acquisto della prima casa, a condizione che l’immobile non sia di lusso, il richiedente non possieda altre proprietà e la richiesta di mutuo non superi i 250.000 euro.

Agevolazioni Fiscali

Le agevolazioni fiscali riguardano principalmente la tassazione applicata all’acquisto della prima casa. Queste agevolazioni comprendono:

  • Esenzione dall’imposta di registro e dalle imposte ipotecaria e catastale.
  • Una riduzione del 50% sugli onorari notarili.
  • L’esenzione dall’imposta sostitutiva su un eventuale mutuo, pari allo 0,25% dell’ammontare richiesto.
  • Un credito d’imposta pari all’IVA corrisposta, che può essere dedotto dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e sulle donazioni dovute.
  • L’acquisto della prima casa da parte dei giovani under 36 è anche esente dall’imposta di bollo.

Spese Ammesse e Requisiti

Le spese ammesse per il Bonus Prima Casa Under 36 comprendono l’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale per le compravendite soggette a IVA. Inoltre, è previsto un credito d’imposta pari all’IVA corrisposta al venditore, che può essere utilizzato per saldare varie imposte, comprese quelle sulle successioni, le donazioni, le imposte sui redditi delle persone fisiche (IRPEF) e altre somme dovute tramite modello F24 con il codice tributo “6928”. L’acquisto della prima casa da parte dei giovani under 36 è anche esente dall’imposta di bollo.

Requisiti per il Bonus Prima Casa Under 36

Per poter beneficiare del bonus, è necessario che il compratore rispetti i seguenti requisiti:

  1. Un’età inferiore a 36 anni al momento dell’atto di acquisto.
  2. Un ISEE in corso di validità che non superi i 40.000 euro.
  3. L’assenza di altri immobili o diritti di proprietà.
  4. La residenza nel Comune in cui si trova l’immobile oggetto dell’acquisto.
  5. La mancata conformità a questi requisiti può comportare il recupero delle imposte dovute, con l’applicazione di interessi e sanzioni secondo quanto previsto dalla legge.

Mutuo al 100% per il Bonus Prima Casa Under 36

Un ulteriore incentivo per i giovani sotto i 36 anni è la possibilità di ottenere un mutuo per la prima casa che copre oltre l’80% del valore dell’immobile. Il Decreto Sostegni-bis ha aumentato la garanzia del Fondo Prima Casa dal 50% all’80% della quota capitale fino al 31 marzo 2023, offrendo un ulteriore supporto finanziario.

Risparmi con il Bonus Prima Casa Under 36

I beneficiari del Bonus Prima Casa Under 36 possono risparmiare considerevolmente sui costi associati all’acquisto di una casa. Rispetto a chi non può usufruire di queste agevolazioni, è possibile risparmiare quasi 130 euro sulla rata mensile, rendendo l’acquisto della prima casa più accessibile per i giovani acquirenti.

In conclusione, il Bonus Prima Casa Under 36 offre una serie di vantaggi significativi per i giovani acquirenti di immobili, con agevolazioni.

Crediti: Foto di Criativithy

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *