Superano il trilione di dollari, ovvero mille miliardi, le perdite e le svalutazioni sopportate nel mondo da banche e assicurazioni. La crisi e’ partita negli Usa lo scorso anno con i mutui subprime.

Le banche piu’ colpite sono state le statunitensi Wachovia, poi rilevata da Wells Fargo, con svalutazioni per 96,5 mld di dollari, e Citigroup, con 67 mld di dlr di ‘writedowns’. Nel Vecchio Continente le perdite piu’ ingenti sono state sofferte da Ubs.