La manovra Salva Italia prevede nuove regole sull’uso del contante, in particolare passa da 2.500 euro a 1.000 euro la soglia massima per l’utilizzo di denaro contante; oltre questa cifra dovranno essere utilizzati strumenti di pagamento tracciabili.Oltre al contante è vietato trasferire da un soggetto all’altro titoli con importo superiore 1000 euro, quali libretti di deposito bancari o postali al portatore, titoli al portatore.
La sanzione prevista va dall’1 al 40% dell’importo trasferito, con un minimo di 3.000 euro per importi superiori a 3.000 euro. Per  importi compresi tra 1.000 euro e 3.000 euro, la sanzione è pari al 100% dell’importo.

E’ possibile chiedere l’oblazione solo per trasferimenti fino a 250.000 euro, con una sanzione ridotta del 2% da pagare entro 60 giorni dalla notifica di contestazione.
Gli assegni bancari, postali e circolari con importo superiore a 1.000 euro possono essere emessi, ma solo con la dicitura “non trasferibili”.

Da ricordare, inoltre, che entro il 31 marzo tutti i libretti di deposito al portatore bancari o postali dovranno avere necessariamente un saldo inferiore a 1.000 euro.
Di seguito proponiamo un nuovo video della , pubblicato sul canale Oggi, sui limiti all’uso del contante.

Fonte: Acca