Oltre cinquanta mila metri quadrati tra uffici e terziario, e un grande da 23 mila metri quadrati. E poi un nuovo polo direzionale e commerciale con un ampio parco verde e nuovi collegamenti stradali con il centro cittadino e la Variante Aurelia.

sirma01.jpg

Sarà questa l’ex della Spezia nel 2010. L’accordo di programma definitivo è stato siglato questa mattina in Comune, alla presenza dei rappresentanti di Regione, Comune, Provincia e della Helios Spa, che è diventata proprietaria dell’area dopo averla rilevata dalla Grifil di Lucca. “La sarà completamente conclusa nel 2010, intanto i lavori cominceranno nella parte già bonificata. – ha dichiarato l’architetto Emilio Erario, funzionario del Comune spezzino – Saremo in grado di partire nel giro di due o tre mesi: nasceranno infrastrutture pubbliche e viarie e un grande centro commerciale e un parco verde, oltre a un ampio parcheggio che fungerà anche da nodo di interscambio”. Una riqualificazione che rappresenta un grande scommessa per il futuro della città. “Dove un tempo c’era la raffineria sorgerà un nuovo polo che contribuirà a rigenerare Spezia, offrendo nuove occasioni e opportunità al territorio”, ha sottolineato Erario. Un progetto che in questi anni ha fatto insorgere più volte i residenti della zona, a causa dei miasmi causati dalla . “Mi pare che anche le questioni relative ai problemi degli odori siano state ormai superate, – ha aggiunto il funzionario che ha seguito il progetto – e che oggi si possa andare avanti nella direzione dello sviluppo cittadino”.

Fonte: Teleriviera