Immobiliare in crisi, la svolta prevista dal 2010

“Occorrono circa sei mesi per vendere una casa e mediamente la transazione avviene con uno sconto del 15% sul prezzo iniziale”.

house-puzzle

Ugo Giordano, ad di Gabetti property solutions, intervenendo al forum di previsioni e strategie di scenari immobiliari 2009, sottolinea le difficoltà che sta attraversando il mercato residenziale italiano ed europeo. Secondo Giordano, per uscire dalla crisi occorre “puntare sulla qualità”. Nel 2009, aggiunge l’ad di Gabetti, “non credo che possa cambiare molto, ma si possono gettate le basi per un cambiamento reale a partire dal 2010-2011”. Sulla stessa lunghezza d’onda Umberto Botti, presidente della holding udh: “il 2009 sarà un anno di ricerca di nuovi equilibri che però non farà male al mercato immobiliare – spiega – il drastico processo selettivo in corso porterà anzi ad un mercato meglio calibrato”. Per Giancarlo Scotti, presidente di generali immobiliare italia, “il momento è complesso, ma può presentare delle opportunità”, motivo per cui “l’immobiliare rimane un asset su cui generali intende puntare”

Fonte: La Repubblica.it – Idealista

1 commento

  1. Sono completamente d’accordo con te. Ora è il momento di sopravvivere. Questo periodo è il tempo di pulizia per i progetti male. I progetti scadenti andrà in bancarotta e progetti validi sarà ancora più meglio in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.