Scende il costo del danaro, ma i mutui continuano essere troppo cari. La denuncia è dell’associazione dei consumatori (adusbef) che ha stilato la classifica degli istituti di credito più convenienti considerando un mutuo da 200mila euro a 10 e 20 anni a tasso fisso o variabile.

mainpic1

Dalla simulazione adusbef risulta la banca più conveniente nella categoria mutui a tasso fisso 10-20 anni con un pari, rispettivamente, al 5.04% e al 5,57%. Per il tasso fisso a 30 anni le migliori risultano e con un al 4,87%. Nella categoria mutui a tasso variabile 10-20 anni a spuntarla è il monte dei paschi, per i 30 ingdirect. A margine dello studio, elio laniutti, numero uno dell’associazione avverte: “nella scelta non bisogna farsi abbagliare dalle convenienze contingenti dei tassi, ma pensare anche ai futuri rincari della bce”. Vale a dire, che anche se in questa fase la scelta del variabile può sembrare la più conveniente – e di fatto lo è -, andrebbe ben ponderato il rischio della risalita dell’euribor soprattutto per mutui di lunga durata.

Fonte: Idealista