23 Maggio 2024

Se possedete un’unità immobiliare nella regione Umbria e state pensando di sostituire il vostro sistema di riscaldamento civile a biomassa, questa è un’ottima notizia per voi.

La Regione Umbria ha annunciato un nuovo bando che offre incentivi significativi per la sostituzione di caldaie a biomassa con impianti più efficienti e a basse emissioni.

Il bando, che si aggiunge al contributo già riconosciuto dal Gestore servizi energetici attraverso il “Conto termico 2.0”, è progettato per promuovere la sostenibilità ambientale e la riduzione delle emissioni. Ecco cosa dovete sapere su questo programma di incentivi:

1. Quali Sistemi di Riscaldamento Sono Eligibili?

Il bando copre la sostituzione di sistemi di riscaldamento civili a biomassa con potenza inferiore o uguale a 35 Kw e una classificazione ambientale inferiore o uguale a 3 stelle. Questi vecchi impianti possono essere sostituiti con nuovi impianti a biomassa ad alta efficienza e basse emissioni con 4 o 5 stelle (in base alla classificazione secondo DM 186/2017) o con pompe di calore o sistemi ibridi con potenza termica nominale uguale o inferiore a 35 chilowatt.

2. Chi Può Accedere al Bando?

I cittadini che possiedono un’unità immobiliare in Umbria, su cui è stata effettuata la sostituzione di un impianto di riscaldamento a biomassa, e che ricevono il contributo del “Conto termico” (DM 16 febbraio 2016) dal Gse dal 19 gennaio 2023 al 31 ottobre 2025, possono accedere al bando.

3. Limitazioni e Dettagli Importanti

  • L’accesso al finanziamento è valido solo per la sostituzione di impianti preesistenti, non per nuove installazioni.
  • Un richiedente può presentare domanda per un massimo di due diversi immobili.
  • L’incentivo massimo erogabile dalla Regione, sommato ad altri contributi pubblici o privati, non può superare il 95% della spesa ammissibile verificata dal Gse, inclusi i costi tecnici.
  • L’ammontare dell’incentivo varia in base all’ubicazione dell’immobile e all’indicatore socio-economico equivalente (Isee) del richiedente, ma non verranno concessi incentivi con Isee superiore a 75.000 euro.

4. Come Presentare la Domanda

Le domande per il contributo possono essere presentate online dal 1° settembre al 31 ottobre 2025 attraverso l’applicativo informatico dedicato, seguendo le istruzioni disponibili sulla pagina web dedicata al bando, che potete trovare qui: https://biomasse.parco3a.org/. È possibile anche presentare domande tramite un tecnico o un soggetto delegato.

5. Risorse Disponibili

Per questa iniziativa, sono disponibili in totale 5.500.000 euro, suddivisi in tre annualità: 1 milione per il 2023, 2,5 milioni per il 2024 e 2 milioni per il 2025.

6. Supporto e Informazioni

Per qualsiasi chiarimento o informazione necessaria, i cittadini possono rivolgersi a un apposito sportello attivato da 3A-PTA.

Questo bando rappresenta un’opportunità importante per i cittadini dell’Umbria di migliorare l’efficienza energetica delle proprie abitazioni e contribuire alla riduzione delle emissioni, promuovendo nel contempo l’uso di tecnologie più sostenibili. Non perdete l’occasione di accedere a questi incentivi e contribuire a un futuro più verde per la vostra regione.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *