Osservatorio Catasto

1,5 milioni di case sconosciute al Catasto

Sono un milione e mezzo gli immobili non accatastati risultanti dal confronto tra le orto-foto e le mappe catastali.In alcuni casi si tratta di edifici fatiscenti o di immobili in costruzione, ma in tutti gli altri casi sono semplicemente immobili per i quali non viene pagato un euro di tasse.

casa-fantasma

Sono dati dell’Agenzia del Territorio che ha rintracciato anche 800.000 immobili che hanno perso i requisiti della ruralita’, condizione che da’ diritto ad agevolazioni fiscali.

Fonte: Ansa

Nota Trimestrale sul mercato immobiliare 1° Trimestre 2009

Da oggi è disponibile sul sito internet dell’Agenzia del Territorio la nota trimestrale, che fornisce una breve sintesi sull’andamento dei volumi delle compravendite effettuate in Italia nel corso del primo trimestre 2009, messi a confronto con i dati dello stesso periodo nel 2008.

agenzia_territorio1-500x161

Clicca qui per il comunicato stampa

Clicca qui per la Nota Trimestrale

Pubblicate le quotazioni del 2° semestre 2008

Da oggi sul sito internet dell’Agenzia del Territorio (www.agenziaterritorio.it) sono pubblicate le quotazioni immobiliari dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare riferite al 2° semestre 2008 in tutti i comuni italiani.
È possibile effettuare la consultazione delle quotazioni, oltre che con i tradizionali strumenti di ricerca alfanumerica, con il servizio di navigazione territoriale GEOPOI®, il framework cartografico realizzato dalla SoGeI ed a disposizione dell’Agenzia del Territorio per l’attivazione di prodotti/servizi web oriented.

Gli utenti, con apposite funzionalità di ricerca per indirizzo e/o di pan/zoom, potranno navigare sul territorio nazionale ed accedere alle quotazioni OMI dell’ultimo semestre pubblicato. Il servizio è esteso a 5.086 comuni italiani (copertura nazionale pari al 70% circa dello stock immobiliare).

Planimetrie catastali disponibili su Internet

Con una nota inviata dall’On.le Roberto Simonetti al Ministro On.le Giulio Tremonti relativa alla richiesta di poter accedere tramite il servizio Internet (mediante il sistema Sister) all’accesso delle planimetrie delle unità immobiliari urbane, è stata confermata la possibilità di visionare le planimetrie catastali.

5

Clicca qui per  la risposta del capo di gabinetto del Ministero dell’Economia e delle Finanze Prof. Vincenzo Fortunato.

Denuncia dei fabbricati inagibili

In caso di inagibilità di un fabbricato per accertato degrado fisico (ad esempio fabbricato diroccato, pericolante o fatiscente) o per obsolescenza funzionale, strutturale o tecnologica non superabile con interventi di manutenzione, è possibile inoltrare, entro il 30 giorni dal verificarsi delle variazioni, all’Ufficio del Territorio competente una denuncia per la richiesta di attribuzione di una nuova rendita catastale.
fabbr-non-dichiarati-small
Come e quando effettuare la denuncia
Come accennato, in alcuni casi è possibile farsi attribuire una nuova rendita catastale che tenga conto di particolari situazioni in cui l’immobile viene a trovarsi e che, di fatto, ne impediscono un adeguato utilizzo.

Gli immobili in Italia. Dialoghi tra banche dati: conoscere per decidere

Il volume Gli immobili in Italia. Dialoghi tra banche dati: conoscere per decidere, presentato oggi nella Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio, costituisce la prima realizzazione della mappatura del patrimonio immobiliare italiano.

agenzia_territorio1

Il lavoro, risultato della collaborazione tra l’Agenzia del Territorio, il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Sogei, partner tecnologico dell’Amministrazione finanziaria, è stato sviluppato attraverso l’uso di sofisticate tecnologie informatiche, nell’ambito delle attività di potenziamento della gestione integrata del sistema informativo della fiscalità.

Casa: 57% sono modeste ma sono 2.400 i castelli abitati

Vivere in un castello come ai tempi delle fiabe: accade a 2.404 famiglie italiane. Molti di più sono poi i nuclei che abitano in case ‘tipiche’, dai trulli della Puglia alle baite delle Dolomiti: 15.568. Sono queste alcune delle curiosità delle ultime statistiche catastali (aggiornate al 2007) diffuse dall’Agenzia del Territorio.

Al di là delle case un po’ fuori dalla norma c’è comunque nei nuovi dati la conferma che la maggior parte delle abitazioni italiane, oltre il 57%, sono modeste, dai 2 ai 5 vani, compresi bagno e cucina. Lo stock complessivo delle unità immobiliari italiane, residenziali e non, ammonta, secondo i dati dell’ultimo censimento del Territorio, a 62,5 milioni di unità, di cui più del 50% sono abitazioni (gruppo A al catasto).

Statistiche catastali

Da oggi è disponibile sul sito internet dell’Agenzia del Territorio (www.agenziaterritorio.gov.it) il secondo volume sulle Statistiche catastali relativo al 2007.


Il processo avviato dall’Agenzia del Territorio di elaborazione e pubblicazione di analisi sul mercato immobiliare prosegue con una nuova pubblicazione, giunta alla seconda edizione, attinente lo stock dei fabbricati, così come censito nella banca dati del catasto urbano aggiornato a dicembre 2007.

AT News – Economia immobiliare

E’ stato pubblicato il n. 3 del trimestrale telematico dell’Agenzia del Territorio, dedicato all’informazione economico-statistica sul mercato immobiliare e sul patrimonio immobiliare costruito in Italia (ottobre 2008).

Scarica ora fonte Agenzia del Territorio

Pubblicato il Rapporto sulle Nuove Costruzioni nel 2007

L’Agenzia del Territorio pubblica il Rapporto sulle Nuove Costruzioni nel 2007, da oggi disponibile sul sito internet (www.agenziaterritorio.gov.it).
Il terzo rapporto sulle nuove costruzioni analizza i dati estratti dalle dichiarazioni Docfa presentate dai proprietari di nuove unità immobiliari che denunciano il completamento delle costruzioni fornendo anche una serie di informazioni sulla consistenza, tipologia , etc..

L’analisi dei dati relativi alle ‘nuove costruzioni’ è fondamentale per comprendere l’importanza dell’industria edilizia nel nostro paese e per osservare come si differenzia tra i diversi settori (residenziale, terziario, commerciale, produttivo ed altro) e per area territoriale.