morosi

Vietato affiggere i nomi dei condomini in debito

20110718_debitoriVietato affiggere i nomi dei condomini in debito: condannato amministratore

L’amministratore che espone il nome di un condòmino moroso è responsabile per il reato di diffamazione. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, che ha condannato il responsabile di una struttura di Messina per aver pubblicizzato le generalità di un residente in arretrato coi pagamenti.

La controversia, nello specifico, era sorta in seguito all’affissione nell’atrio condominiale, avvenuta nel settembre del 2007, di una notifica con minaccia di slacciamento del servizio idrico, successiva al continuo indebitamento degli inquilini elencati nel foglio appeso.

Giovani coppie, famiglie e anziani sempre più a rischio sfratto

Roma, torino, milano, firenze, palerno, bologna, la geografia degli sfratti sembra non avere confini. sono stati 33.500 i nuclei familiari sfrattati nel 2007 perchè incapaci di pagare il canone di locazione, una vera emergenza contro la quale, secondo luigi pallotta del sindacato inquilini sunia, bisognerà “intervenire subito con un apposito fondo che eviti la morosità per migliaia di famiglie”.

avviso-di-sfratto-1-4-19569

Tornando alle cifre è roma la città più “morosa” con 3.606 famiglie costrette a lasciare le proprie casa, poi milano, torino e firenze, la prima città del sud – quinta nella graduatoria generale è palerno (1.056 sfratti). i più colpiti secondo sunia sono i nuclei monoreddito composti da 4 persone, le famiglie con lavoro a tempo determinato e gli anziani sopra i settanta.