settore edilizio

Edilizia in pericolo

Il settore edilizio continua ad essere quello maggiormente colpito dalla crisi economica.A fine dicembre 2012, le imprese operanti nel settore edile,  hanno mostrato un grado di rischio più elevato rispetto alla media (già alta) società italiane. In particolare, 13,99% delle imprese del settore hanno avuto un’alta rischiosità di generare insoluti nei confronti dei loro fornitore per i prossimi 12 mesi, contro l’11,26% della media.

Mercato Immobiliare europeo

La pesante crisi che sta interessando il mercato immobiliare non ha colpito solamente il nostro paese. Oltre allo scoppio della bolla immobiliare avvenuto in Spagna, in cui l’eccesso di offerta ha portato ad un vero e proprio crollo delle compravendite e dei prezzi, oltre che delle quotazioni degli immobili esistenti, anche in altri paesi caratterizzati da una maggior solidità in termini di conti pubblici l’immobiliare vive una situazione di pesante difficoltà, legata alle crescenti difficoltà di accesso ai finanziamenti.

Incentivi per ristrutturazioni edilizie

Per fare ripartire il settore edilizio, il Governo ha in cantiere un decreto che potenzia il bonus fiscale del 36% per le ristrutturazioni edilizie che passerebbe al 50%. La bozza del decreto incentivi per favorire gli interventi di risparmio energetico degli edifici e di ristrutturazione si compone di 20 articoli, voluti dal Ministero dello sviluppo economico, convinto che questa possa essere la strada per uscire dalla crisi che attanaglia le costruzioni.